Sicilia, la Cassa Regionale è ancora chiusa. Merlino: «Ritardo porterà al fallimento»

Pubblicato il alle

2' min di lettura

La Cassa Regionale in Sicilia è ancora chiusa. A denunciarlo è Salvatore Merlino, responsabile provinciale infrastrutture, trasporti e Isole Eolie della Nuova Dc e candidato alle elezioni regionali.

«Momenti davvero complicati – racconta l’ex consigliere comunale di Messina – per i professionisti, le aziende e le cooperative siciliane, che oltre a dover affrontare il caro bollette, l’emergenza Covid 19 e l’aumento della materie prime, nel nostro territorio, per l’inefficienza della Regione, devono far fronte anche alle mancate erogazioni della Cassa Regionale, ente che paga i servizi che la Regione acquista, ancora chiusa con ritardi inspiegabili. Questo ritardo potrebbe portare al fallimento tanti imprenditori onesti e potrebbe gettare sul lastrico centinaia di lavoratori. E chi vuole mantenersi in regola, spesso è costretto, per far fronte alle spese, a rivolgersi agli usurai».

La Cassa Regionale sarebbe dovuta essere aperta in Sicilia già lo scorso febbraio, come spiega Merlino, ma alcuni intoppi ne hanno congelato l’operatività, bloccando prestazioni e servizi forniti dalla regione alle imprese.

«Tutto questo – conclude – sta causando problemi indicibili per centinaia di operatori economici, che purtroppo, per restare nel settore del lavoro senza licenziare nessuno e pagare i contributi e gli oneri connessi all’attività lavorativa, non possono ricorrere al credito delle banche perché sono in scopertura grazie alla Cassa che non paga e non hanno nemmeno i soldi che vantano dalla Regione. Sono quindi costretti a farsi prestare i soldi da qualcuno, spesso a tassi usurai. Si alimenta quindi il mercato dell’usura questo lo dobbiamo anche in parte alla Regione siciliana. Mi auguro che presto l’Ente si renda conto di questi problemi ed intervenga perché gli operatori economici sono stremati».

(33)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.