Segreterie Pd. Da via Lodi a Via Maffei, passando per un sito non aggiornato. Franchina “ricorre”

simbolo pdLo avevamo scritto che a candidarsi alla carica di segretario provinciale del Pd, alle 20 dello scorso venerdì, risultava soltanto il sindaco di Ficarra, Basilio Ridolfo, genovesiano.

Avevamo scritto anche che dopo le 20 era stata presentata la candidatura dell’avvocato Andrea Mario Franchina, di Galati Mamertino, sponsorizzato dall’area socialista che fa capo a Pippo Chiofalo, ma la richiesta era stata bocciata perché giunta fuori tempo massimo. Oggi scriveremo perchè è arrivata fuori tempo massimo. Per un caso, uno sfortunato accavallarsi di eventi, ha impedito a Franchina di concorrere alla carica. Succede che incaricato di consegnare la candidatura dell’avvocato di Galati Mamertino, alle 19 di venerdì, è Giuseppe Chiofalo. E Chiofalo va in via Lodi, vecchia sede del Pd. Ma i segretari provinciali cambiano, e anche le sedi. Il “messaggero” guarda il sito nazionale del Pd, che la sede di Messina la da’in via Vittorio Emanuele. E Chiofalo è lì che va, per scoprire che il sito nazionale del partito andrebbe aggiornato: anche quella di via Vittorio Emanuele, infatti, non è più sede del Pd, che adesso, invece, Chiofalo scoprirà dopo alcune telefonate, è in via Maffei. Ci arriva, ma troppo tardi, alle 20.17. Invece Ridolfo Basilio da Ficarra, la propria candidatura la aveva consegnata entro le 20 di venerdì 11 ottobre.
Franchina ha presentato ricorso alla Commissione nazionale ed a quella regionale per il Congresso, che si riunirà mercoledì a Palermo.

 

(50)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *