Scuola Politica lancia le proprie candidature per Ars e Comune

Pubblicato il alle

4' min di lettura

Si alza il sipario sul 2017 di Scuola Politica, per quello che sarà un anno carico di appuntamenti elettorali. Il movimento politico guidato da Carmelo Briguglio guarda già al futuro, mettendosi pesantemente in gioco nel panorama cittadino, perchè davanti ad una sfiducia pronta a comparire in aula non si può restare indifferenti.

Così, dalla sede di via Gagini, è lo stesso Briguglio a lanciare le candidature del coordinatore cittadino, Chiara Sterrantino, per il prossimo consiglio comunale; del coordinatore provinciale, Giancarlo Minuti, per l’Assemblea regionale; ma soprattutto quella del portavoce cittadino, Pietro Grioli  (nella foto), pronto a competere ad eventuali elezioni primarie del centrodestra per la scelta del candidato sindaco.

A proposito di primarie, potrebbe essere il prossimo 19 marzo la data ideale per svolgere quelle per la scelta del candidato alla presidenza della Regione, e Scuola Politica scioglie le riserve garantendo il proprio supporto a Nello Musumeci.

Proprio il presidente della Commissione Regionale Antimafia è stato l’ospite d’onore dell’inaugurazione dell’anno politico: “Dopodomani si svolgerà un tavolo tecnico dove si stabilirà l’iter per lo svolgimento delle elezioni primarie regionali – ha dichiarato Musumeci – vogliamo che ci sia un gazebo per ogni Comune e chi vorrà votare dovrà dare il contributo di un euro. Domenica prossima a Caltagirone ci sarà la mia prima uscita ufficiale da candidato, io voglio essere espressione di una comunità, non di alleanze di partito stabilite a Roma, speriamo che nelle prossime ore non arrivi qualcuno che vuole cambiare le carte in tavola. Se il mio passato missino non piace ai centristi che sponsorizzano qualche post-democristiano, li invito a competere per le primarie, poi il vincitore sarà il candidato di tutti. La politica ha bisogno della voglia dei giovani ma anche dell’esperienza di chi ha i capelli bianchi, ma soprattutto adesso non c’è bisogno di novità ma di buona politica. Gli esperimenti come quelli di Accorinti, qui a Messina abbiamo visto a cosa portano”.

Tra i candidati del centrodestra al prossimo parlamento regionale, ci sarà anche il coordinatore provinciale di Scuola Politica, Gianfranco Minuti: “Abbiamo aderito al progetto politico di #DiventeràBellissima, e sosterremo Nello Musumeci in questa corsa verso la candidatura e poi verso l’elezione alla presidenza della Regione. Forza Italia continua ad essere contraria alle primarie, noi riteniamo che sia il metodo migliore per scegliere i candidati”.

Per Scuola Politica, le primarie dovranno essere lo strumento da adoperare anche per la scelta del prossimo candidato sindaco, e qui il gruppo Briguglio è pronto a puntare sul nome di Pietro Grioli. “Vogliamo che vengano superate le esperienze politiche di Rosario Crocetta e Renato Accorinti – dichiara Grioli- che hanno portato più danni che altro. C’è troppa mistificazione sull’operato dell’attuale amministrazione, ma la verità è che negli ultimi quattro anni non è cambiato nulla. A Messina la giunta Accorinti doveva portare ad una vera e propria rivoluzione, invece non è stata capace neanche di fare la manutenzione dei riscaldamenti nelle scuole”.

La coordinatrice cittadina, Chiara Sterrantino, scalda i motori in vista della candidatura al prossimo consiglio comunale: “Ritengo che la mozione di sfiducia arrivi con almeno due anni di ritardo, il fallimento politico della giunta Accorinti è stato subito certificato dai fatti. Ritengo che il sindaco si sia attorniato di tecnici incapaci di portare quel cambiamento da tutti augurato. Sfiducia? sinceramente sono curiosa di vedere come agiranno i consiglieri, non vorrei che prevalga la paura di dover tornare al voto”.

(868)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.