giuseppe garibaldi

Garibaldi fu rimosso… fu rimossa la sua targa. Sindoni ci riprova

Pubblicato il alle

1' min di lettura

giuseppe garibaldiStavolta non ha rimosso la targa…ma Giuseppe Garibaldi continua a non convincere il sindaco di Capo d’Orlando, Enzo Sindoni. Studi portati avanti da Ignazio Coppola, Luigi Di Fiore e Tommaso Romano, infatti, hanno allungato diverse ombre sulla figura storica del condottiero, mettendone in discussione l’immagine dell’ “eroe puro”. Il primo cittadino della città orlandina ha inviato una relazione alla Sopraintendenza ai Beni Culturali di Messina e una delibera di Giunta alla Prefettura per chiedere la rimozione del nome del condottiero dalla piazza antistante la stazione ferroviaria, a lui intitolata.

Ci aveva già provato nel 2008, senza risultati, a cancellarlo. In quell’occasione la targa di piazza Giuseppe Garibaldi venne presa a martellate per poi essere sostituita con una nuova, a memoria della battaglia avvenuta in quei luoghi nel luglio del 1299, in cui si scontrarono la flotta aragonese di Giacomo II e quella siciliana di Federico III.

Allora fu grande lo scalpore nazionale che suscitò il gesto di Sindoni. Si scontrano su un “immaginario” campo di battaglia autonomisti e sostenitori del Risorgimento. Anche Anita Garibaldi giunse in protesta a Capo d’Orlando indossando tanto di giubba rossa. L’iniziativa del sindaco Sindoni, in quell’occasione, non ebbe la meglio, e i tribunali amministrativi imposero il ripristino della targa. Ma fermo sulle sue posizioni, il primo cittadino di Capo d’Orlando, ci riprova. 

(104)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.