Foto della sede della società partecipata Messinambiente

Rifiuti, Messinambiente verso l’ennesima proroga

Pubblicato il alle

1' min di lettura

Messinambiente potrebbe rimanere in attività per altri sei mesi. E’ questa l’ultima carta che l’amministrazione sta tentando di giocare a soli quattro giorni dalla scadenza della proroga che sta mantenendo in vita la società di via Dogali. L’intenzione, dunque, è quella di non staccare la spina alla Partecipata, da anni in liquidazione, continuando però l’iter per la costituzione della nuova Messina Servizi Bene Comune destinata in futuro a gestire il delicato comparto rifiuti.

“Stiamo lavorando in questa direzione – spiega l’assessore all’Ambiente Daniele Ialacqua -. La proroga avrebbe un arco massimo di sei mesi come la precedente salvo che il servizio non venga destinato ad una nuova società che nel nostro caso è la Messina Servizi. La normativa lo permette, altri Comuni hanno istituito una proroga a ditta private, noi invece non faremo nessuna gara perché Messinambiente è un soggetto pubblico così come lo sarà la nuova società che andrà poi a gestire il servizio”.

Intanto, la raccolta rifiuti procede a rilento. “L’emergenza durerà anche nei prossimi giorni – precisa Ialacqua -, l’essere costretti ad utilizzare la discarica di Grotte San Giorgio comporta problemi di orari e Messinambiente dovrà rimodulare i turni. A ciò si aggiunge una distanza maggiore di 15 chilometri rispetto all’impianto di Motta S.Anastasia. Se non ci fosse stata l’ordinanza regionale non avremmo avuto alcun problema nella gestione del servizio”.

Andrea Castorina

 

(130)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.