Protesta Atm ieri a Palermo: calci e pugni per il segretario Ugl Carmelo Altadonna. Proclamato un vertice tra Croce e i sindacati per la prossima settimana

Pubblicato il alle

1' min di lettura

palazzo dorleans sede della regione siciliaMentre Orsa, Uil, Cub e Ugl sono tornati questa mattina dal commissario del Comune, Luigi Croce, per chiedere certezze sui fondi, in arrivo la notizia che ieri a Palermo, all’assessorato regionale ai Trasporti, sono volate parole “grosse” e non solo. A farne le spese il segretario aziendale dell’Ugl, Carmelo Altadonna, che nel tentativo di entrare ― secondo quanto riferito ― sarebbe stato preso a calci e pugni da un usciere dell’ufficio. Con lui anche Mariano Massaro, sindacalista dell’Orsa, e una collega Ugl di
Altadonna, che stavano tentando di calmare gli animi. Sono volati spintoni e anche schiaffi perché gli uscieri avrebbero gradito una presenza numerica minore della delegazione sindacale. O comunque di “selezionare” l’ingresso. Altadonna sarebbe finito a terra e avrebbe rischiato persino di finire in ospedale. Una brutta accoglienza per i sindacalisti accompagnati da un centinaio di dipendenti. La vicenda si sarebbe chiusa, comunque, ieri mattina. Da segnalare, inoltre, che questa mattina a Palazzo Zanca accompagnati dal sindacalista Cgil, Daniele David, c’erano anche gli ex operai Cea in attesa di una risposta del commissario Croce di fronte alla richiesta di un incontro. Prossima settimana il vertice alla Regione con il direttore Falgares, Croce e i sindacati sulla questione Atm. Croce avrebbe già convocato i revisori dei conti dell’Atm. Non sono previste altre somme di denaro per Messina

@Acaffo

(62)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.