candidati primarie

Primarie, ultime ore prima del voto. La Furnari dice no anche dopo il 14 aprile

Pubblicato il alle

2' min di lettura

candidati primarieUltimo giorno delle primarie di centrosinistra. Domani, dalle 8 alle 21 si voterà nei dodici seggi. E questa mattina i sei candidati, Giuseppe Grioli, Giuseppe Ramires, Pucci Prestipino, Emilio Fragale, Felice Calabrò e Francesco Palano Quero hanno tenuto il loro penultimo confronto con i cronisti. Alle 19 l’ultimo a Largo San Giacomo aperto ai cittadini e moderato dalla giornalista Manuela Modica. A rendere “sorridente” la mattinata c’ha pensato Fragale, ex direttore generale del Comune, che portandosi dietro parrucche e denti finti da dracula ha voluto “ironizzare” sulle figure che hanno governato il Comune pochi mesi fa. Riferimento alla giunta Buzzanca. Questi i primi punti del programma elettorale dei sei candidati. Grioli: “Servizi ai cittadini adeguati e parlo di trasporti, rifiuti e servizi sociali, dobbiamo assicurare i servizi pubblici essenziali ai messinesi per restituire una qualità della vita decorosa”. Prestipino: “La Scuola innanzitutto, dalla Scuola parte il cambiamento, dall’edilizia scolastica e dai progetti collegati può rinascere Messina”. Calabrò: “Riorganizzazione della macchina amministrativa, parte tutto da qui per restituire efficienza all’amministrazione comunale”. Fragale: “Non è possibile dare una priorità, io ho almeno dieci priorità ma prima di ogni cosa il futuro sindaco dovrà restituire dignità politica a Messina in campo sicilianoe nazionale ma anche come città modello di Sviluppo del Mediterraneo”. Quero: “Risanamento del bilancio comunale, esenzione dell’addizionale comunale Irpef, moratoria delle contravvenzioni e investimenti per l’Isola pedonale in Centro che proporremo con car-sharing e uso delle bici”. Ramires: “Cultura e Bene Comune”. A proposito di primarie chi aveva già deciso da tempo di non farle ma adesso neppure senza primarie, come richiesto dai Democratici Riformisti, è la docente Giusi Furnari Luvarà che dice no a qualsiasi candidatura da qui a giugno. @Acaffo

(67)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.