Piano di riequilibrio di Messina, Basile chiede un’audizione alla Corte dei Conti

Pubblicato il alle

1' min di lettura

Il sindaco di Messina, Federico Basile, chiede un’audizione alla Corte dei Conti in merito al Piano di Riequilibrio pluriennale. «La richiesta di audizione – spiega il Primo Cittadino – si ritiene necessaria in quanto a tutt’oggi, risulta ancora in corso l’istruttoria del Piano di riequilibrio finanziario pluriennale, approvato con Delibera del Consiglio comunale n.11/c del 11.02.2013, e successivamente rimodulato ai sensi dell’art.243 bis comma 5 del D.Lgs.267/00».

A comunicarlo, con una nota, è il Comune di Messina. Il neo-sindaco della città dello Stretto ha chiesto un’audizione in presenza alla Corte dei Conti presso la sede della Sezione di Controllo per la Regione siciliana, a Palermo. L’oggetto dell’audizione? Il Piano di Riequilibrio pluriennale per Messina. Il documento era stato presentato una prima volta nel 2013, poi rimodulato più volte. All’approdo alla Corte dei Conti della versione rimodulata dalla Giunta De Luca, l’organo Costituzionale aveva replicato con una relazione di 81 pagine esprimendo dubbi e segnalando criticità. A fine gennaio 2022, l’ex sindaco di Messina ha quindi deciso di rimodularlo nuovamente. Anche il Commissario Leonardo Santoro ha poi chiesto di rimodulare il Piano.

(74)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.