Perrone (Udc):” Accorinti si lamenta dei dipendenti ma non agisce”

Pubblicato il alle

1' min di lettura

“Se ci sono dipendenti che oppongono delle resistenze, che non lavorano con professionalità, il sindaco e la sua Giunta prendano provvedimenti ma smettano di attribuire sempre la colpa delle proprie mancanze a qualcun altro”. Maria Perrone, consigliera comunale dell’Udc, a Messina, interviene così in merito alle dichiarazioni rilasciate da Renato Accorinti, lo scorso lunedì 24 agosto, durante la conferenza stampa di presentazione del nuovo assessore ai Servizi sociali, Antonina Santisi.

“Il primo cittadino – ricorda la presidente della IX commissione – afferma che solo una percentuale dei dipendenti di palazzo Zanca lavora con professionalità. Parla di una situazione che rende il lavoro dell’esecutivo molto duro. Parla di resistenze riscontrate in questi due anni. Se le cose stanno così, perché non assumere i provvedimenti disciplinari del caso? a cosa serve il direttore generale? Accorinti e i suoi assessori parlano tanto di trasparenza, di nuova mentalità. Perché, allora, non intervengono?”.

Perrone, nella fattispecie, interviene “sia come dipendente del Comune che come consigliera”, manifestando una certa insofferenza: “Non si può dare sempre la colpa a qualcun altro, semmai bisogna assumersi le proprie responsabilità. Accorinti ha chiesto di essere eletto per cambiare le cose? Allora lo faccia. Ma se in alcune cose non ce la fa, non riesce, abbia l’umiltà di ammettere di avere fallito. Non c’è niente di male. Ed è sempre meglio che giocare a scaricabarile”.

(157)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.