Pdl su servizi sociali:”Il Comune avvii i bandi per avere i 15 milioni della 328”

pdlIl Pdl messinese interviene sulla sospensione della erogazione dei servizi sociali, disposta dal Commissario Luigi Croce. “In questo settore è inaccettabile qualsiasi interruzione- sottolineano i vertici del Pdl- per questo auspichiamo che i servizi vengano ripristinati prima possibile ed esprimiamo un profondo apprezzamento per tutti quei lavoratori che, pur senza stipendio, stanno continuando a lavorare dimostrando uno straordinario senso di responsabilità”.
Quanto alla proposta di “internalizzare” i servizi sociali il Pdl denuncia: “La gestione diretta dei servizi sociali da parte del Comune è impossibile perché la legge impone la libera concorrenza tra le cooperative e chiunque avanzi questa proposta fa pura demagogia! Si possono, invece, introdurre nei nuovi bandi, correttivi per far meglio funzionare il sistema!”
Per ottenere una maggiore efficienza dei servizi e dare la possibilità agli utenti di scegliere il migliore degli operatori, sia in termini di qualità che di affidabilità,- suggerisce il Pdl – “si potrebbero prevedere forme di accreditamento con rimborsi spese per gli utenti, piuttosto che predisporre gare d’appalto divise per zone della città, come avviene oggi.
Per garantire, invece, puntualità nel pagamento degli stipendi ai dipendenti, si potrebbe prevedere che le cooperative, in luogo di una generica garanzia bancaria, producano una garanzia fideiussoria che le impegni ad anticipare fino a tre mensilità ai dipendenti.
Quanto alla gestione di Casa Serena – aggiunge – sarebbe possibile razionalizzare la spesa utilizzando i lavoratori, attualmente in forza nella struttura, in servizi rivolti ad altri anziani e bisognosi, mentre non andrebbe modificato il sistema dei Centri di aggregazione giovanile perché “funziona bene e, se si rinunciasse ai CAG, il costo sociale in termini di criminalità ed emarginazione sociale sarebbe altissimo”.
Infine, il Pdl lancia un appello al commissario Croce: “acceleri la predisposizione dei bandi che consentono di accedere ai fondi della 328”. I fondi sono stati sbloccati a luglio scorso ma senza bandi è impossibile attingere ai 15 milioni di euro destinati ai servizi sociali della città”.

(47)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *