Palacultura. D’Alema ottimista per la riuscita del centrosinistra. E su Berlusconi: ” Ha fatto gran danno al paese”

massimodalemaMassimo D’Alema ha concluso la settimana di incontri messinesi del Pd per le elezioni Politiche. E l’ex premier che per la prima volta non è candidato, ha fatto un passo indietro per l’alto numero di legislature già portate avanti, ha parlato alla platea del Palacultura presentando il suo ultimo libro “Contro corrente. Intervista sulla Sinistra al tempo dell’antipolitica”. D’Alema ha risposto alle domande del direttore editoriale di Gazzetta del Sud, Lino Morgante, e prima di salire sul palco ha incontrato i cronisti. L’ex esponente comunista crede che stavolta il centrosinistra (ridotto nel numero di partiti rispetto al 1996 e al 2006) ce la possa fare. Anche al Senato dove in Sicilia pare ci sia — secondo gli ultimi sondaggi — un testa a testa tra democratici e Pdl. D’Alema ha detto: «In Sicilia, per la prima volta, il centrosinistra corre per vincere anche al Senato e per conquistare quel premio di maggioranza che potrebbe contribuire in modo determinante a dare stabilità al governo del Paese». A chi chiede se correre alle elezioni senza l’Udc, come è invece accaduto alle regionali, possa influire sul risultato finale, ha dichiarato: «Il centrosinistra è in grado lo stesso di affermarsi. Possiamo farcela anche per il prestigio e la credibilità del presidente Crocetta che con il suo impegno personale e la sua lista può dare un contributo determinante». Per D’Alema, dunque, avere o no accanto l’Udc non è fondamentale alle urne del 24 e 25 febbraio. Un passaggio è stato fatto da D’Alema anche all’intervento di Silvio Berlusconi sugli arresti a Finmeccanica: «È evidente che pagare le tangenti è un reato ed è evidente che un uomo di Stato non può dire che i reati sono normali, ma tutto quello che dice Berlusconi non è normale. Quello che ha fatto lui è stato un danno enorme al nostro Paese, non vorrei neanche più commentare, guardiamo al futuro».

@Acaffo

(33)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *