Oggi la parola al Tar sul ricorso elettorale. In gioco la conferma del sindaco Accorinti

Accorinti sorridentePotrebbe essere un giorno importante, seppur non fondamentale ancora, per il futuro politico del Comune. In discussione al Tar di Catania il ricorso unificato contro l’elezione del sindaco Renato Accorinti al ballottaggio del 25 giugno e per il riconteggio delle schede che nel primo turno non avevano portato alla vittoria di Felice Calabrò per soli 59 voti. I giudici verificheranno se il ricorso dei candidati delle liste Pd Alessia Currò, Giovanni Cocivera e Giovanna Venuti che è stato inglobato con quello dei cittadini Eleonora Falduto, Rita Todaro e Giovanni Smedile sia ammissibile (e dunque da portare avanti) o da respingere. Il 5 dicembre scorso il Tar si era espresso per unire i due ricorsi e dare una risposta oggi. L’avvocato Arturo Merlo che rappresenta il sindaco ha consegnato un contro ricorso. Le strade possibili sono l’accoglimento dell’istanza con il Tar che ordinerà alla prefettura il ricontrollo delle schede richieste per la verifica. A fine primavera i giudici dovrebbero pronunciarsi, una volta esaminati i numeri, sulla vittoria o meno al primo turno di Calabrò; altro percorso è la bocciatura dell’istanza con Accorinti che resterà alla guida del Comune fino al 2018.

(27)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *