Oceano (Cgil) traccia una panoramica della disoccupazione nella nostra provincia e annuncia la presenza dei messinesi alla manifestazione del 20 a Roma

Pubblicato il alle

1' min di lettura

lillo oceanoDal 2007 al 2011 gli occupati in tutta la provincia sono scesi di 13mila unità. E nel 2012, quando mancano ancora due mesi e mezzo a fine anno, il ricorso agli ammortizzatori sociali è aumentato del 47% rispetto all’anno scorso. Sono i numeri resi noti dalla Cgil che con il segretario provinciale Lillo Oceano ha annunciato che sabato 20 a Roma, in piazza San Giovanni, nella manifestazione “Il lavoro prima di tutto” che vedrà la presenza del segretario nazionale Susanna Camusso, sarà portata nella Capitale anche la disperazione di lavoratori e disoccupati messinesi. «Le vertenze aumentano e non se ne risolve nessuna − ha affermato Oceano − questa crisi arriva e prosegue in un territorio già economicamente depresso. Siamo in un’economia di “guerra”, ma allora per ricrescere si facevano investimenti. Oggi purtroppo no». Il sindacato ha fatto una panoramica della crisi messinese: Triscele, Rodriquez, Caronte&Tourist, Atm, Servirail, Ferrotel, Teatro Vittorio Emanuele, Sanità privata come Teseos e Santa Rita, Pulizie, Ediliziam, Imic, Sicon, Pectina Industrie. Ma i nomi delle imprese in crisi proseguono a dismisura, coinvolgendo migliaia e migliaia di dipendenti pubblici e privati nella nostra provincia. La ricetta è sempre quella: investire nel mercato del lavoro e non aumentare tasse e tributi. La Cgil, ad esempio, si è già schierata per il no all’aumento dell’Imu nel Comune di Messina proposto dal commissario Luigi Croce.

@Acaffo 

(36)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.