Metromare. Garofalo: «Allo studio soluzione tampone per la proroga del servizio»

aliscafo metromareSi apre uno spiraglio per la proroga del servizio Metromare. Ad annunciarlo l’onorevole Vincenzo Garofalo, appena rieletto alla Camera dei deputati. «Secondo quanto mi hanno fatto sapere dal Ministero —ha dichiarato Garofalo—  è allo studio una soluzione tampone che consenta di garantire, in un primo momento, quantomeno la prosecuzione del servizio fino al 31 dicembre 2013. Occorrono circa 4,5 milioni di euro che si sta cercando di reperire  nelle pieghe dei capitoli del bilancio ministeriale per poi, nel 2014, bandire una nuova gara per il triennio successivo. La soluzione — aggiunge — potrebbe arrivare già la prossima settimana a seguito dell’incontro che si terrà a Messina tra i rappresentanti di Metromare e alcuni dirigenti del Ministero. In quell’occasione ribadirò che il servizio di collegamento rapido tra Messina, Villa San Giovanni e Reggio Calabria, è fondamentale per una città già fortemente penalizzata da un sistema di trasporti inefficiente». Il servizio veloce di trasporto marittimo nell’area dello Stretto, attualmente svolto dal Consorzio Metromare, scadrà il prossimo 28 giugno. A dicembre scorso ne era stato previsto il rifinanziamento grazie all’approvazione dell’emendamento al “decreto crescita 2” presentato proprio dal deputato messinese salvo poi scoprire che, nonostante l’approvazione, mancavano i 25 milioni di euro necessari per la copertura finanziaria il cui onere, per legge, dovrebbe essere a carico dello Stato. «Non ci arrenderemo —conclude Garofalo — fino a quando non si troverà una soluzione che garantisca la prosecuzione di un servizio essenziale per garantire la continuità territoriale». 

(46)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *