Messina aspetta e spera:50mln da Roma (meno 22 rispetto al previsto) e i 40 dalla Regione. Melazzo si preoccupa

Pubblicato il alle

1' min di lettura

municipio-La notizia che da Roma, anziché 72, di milioni di euro ne arrivino soltanto una cinquantina, non ha turbato più di tanto i consiglieri comunali. Per molti la preoccupazione sta nel ritardo dei fondi regionali, pari a 40 milioni di euro, che devono essere inseriti nel conto consuntivo 2012 entro il 31 gennaio. Il consigliere comunale Giuseppe Melazzo, presidente della commissione Bilancio, è tra coloro che manifestano perplessità sui rapporti finanziari con la Regione dopo la legge “SalvaMessina”: “A me preoccupa questo – dice Melazzo (anche altri consiglieri ritengono come fondamentale entro il 31 gennaio lo stanziamento regionale) – ovvero che la Regione invii al più presto i fondi in modo da chiudere il consuntivo 2012”. Dal governo nazionale, per il Fondo di Rotazione istituito con il decreto legge 174 del 2012, convertito in legge, c’è stata una decurtazione del 30% sulle risorse economiche da assegnare per abitante ai Comuni in gravissima crisi di liquidità. Il Comune ha già fatto richiesta di accesso al Fondo ma da Roma, con il “taglio”, saranno 50 circa e non 72 i fondi che saranno stanziati. “Questi finanziamenti possono anche giungere successivamente – prosegue Melazzo – è fondamentale che giungano al più presto quelli regionali”. Altro aspetto da non sottovalutare è il rimborso annuale che Palazzo Zanca dovrà restituire. Alla Regione 8 milioni di euro l’anno (per 5 anni) e allo Stato 5 milioni di euro l’anno (per 10 anni).

 

@Acaffo

(47)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.