Liberi Consorzi: che fare dopo l’abolizione della Provincia? Dibattito a Militello Rosmarino

Convegno Liberi Consorzi MilitelloSi è svolta in una gremita sala consiliare del Municipio di Militello Rosmarino la tavola rotonda “L’importanza dei gemellaggi e la nascita dei liberi consorzi dopo la legge Del Rio” organizzata dal Comune di Militello Rosmarino e dall’Associazione “Amici di Militello Rosmarino – Filippo Piscitello, patrocinata dall’Ente Parco dei Nebrodi e dalla Federazione siciliana dell’A.I.C.C.R.E (Associazione Italiana per il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa). Presenti all’iniziativa il Sindaco Nicoletta Noris e una delegazione del Comune di Grumello del Monte (BG) gemellata dal 1998 con il comune nebroideo, l’assessore provinciale di Bergamo Alessandro Cottini,  una rappresentanza dei comuni nebroidei limitrofi rappresentati dal Sindaco di Alcara Li Fusi Nicola Vaneria e dal Presidente del Consiglio comunale di Ficarra Emilio Ricciardo in rappresentanza del Sindaco Basilio Ridolfo. La tavola rotonda, introdotta ed organizzata per conto dei promotori da Nicola Lombardo è stata moderata dal direttore della testata giornalistica Mondonuovo Nebrodi Giovanni Frazzica. Scopo della tavola rotonda un momento di riflessione sullo stato attuativo della trasformazione delle ex province nella Città Metropolitana di Messina e nella costituzione dei Liberi Consorzi. Il dibattito ha accentuato la condivisa preoccupazione degli amministratori locali che nonostante l’imminenza delle scadenze prescrittive della legge Del Rio, non siano ancora chiare agli attuatori  della riforma conseguente all’abolizione dell’Ente territoriale provinciale quali siano le azioni volte al mantenimento se non al miglioramento dei servizi erogati dall’Ente abolito, in particolare per i centri dei comuni nebroidei “aggrediti” dalle mire espansive della ex provincia di Enna, interessata ad uno sbocco al mare e isolati dalla scelta della città metropolitana di Messina di fermarsi ai loro stessi confini. 

Ai lavori, che hanno, inoltre, evidenziato anche l’importanza dell’istituto dei gemellaggi quale risorsa per i piccoli centri di interazione con realtà amministrative lontane e diverse da cui attingere e interscambiare potenzialità e prospettive oltre che sociali anche economiche e turistiche, oltre ai relatori presenti, sono intervenuti il consigliere di maggioranza Antonino Mileti e l’assessore Giuseppe Amata e sono stati conclusi dall’intervento del Sindaco, Calogero Lo Re che ha rinnovato le ragioni di amicizia e collaborazione che hanno dato vita ai gemellaggi con i comuni di Grumello del Monte (BG) e Grotte (AG).   

(70)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *