Lavori incompiuti. Germanà visita il torrente Guardia e sostiene la petizione popolare degli abitanti

tn Curcuraci2L’onorevole Nino Germanà ha fatto, oggi, “visita” al torrente Guardia per constatare lo stato di totale abbandono in seguito al quale i residenti di Curcuraci avevano deciso di firmare una petizione popolare. L’ennesima opera incompiuta in città è causa di disagio per gli abitanti della zona. «La situazione è a dir poco grottesca – dichiara il deputato siciliano – si finanziano opere connotandole come interventi urgenti e poi si lasciano incompiute e abbandonate per un mancato accreditamento delle somme da parte dell’Assessorato Regionale al Territorio ed Ambiente». Risulta infatti spesa la parte di finanziamento comunale stanziata contraendo un mutuo con la Cassa Depositi e Prestiti, ma dopo due solleciti, da parte degli Uffici Comunali, la Regione Siciliana non ha ancora provveduto ad accreditare gli 800.000 euro di finanziamento, nonostante l’Impresa esecutrice abbia quasi completato (siamo circa al 90%) i lavori. A seguito del sopralluogo, Germanà ha dichiarato: «Presenterò immediatamente un’interrogazione al Presidente della Regione e all’Assessore al Territorio e Ambiente, per conoscere i motivi ostativi alla base della decisione di bloccare i fondi. Si ravvisano inoltre – conclude Germanà – serie problematiche di sicurezza per la popolazione residente e gravi danni all’economia locale. Queste sono le classiche situazioni che fanno male alla politica, perché ledono la dignità degli uomini, che come in questo caso sono costretti ad autotutelarsi tramite una petizione popolare.  Non è moralmente corretto dover ricorrere a questi strumenti “straordinari” per delle circostanze di ordinaria amministrazione». 

(45)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *