Dr con Sciacca

La Zona falcata rimette insieme i Dr e Gaetano Sciacca. Verso i fondi europei

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Dr con SciaccaDi nuovo sulla stessa lunghezza d’onda i Dr Beppe Picciolo e Marcello Greco e l’ex ingegnere capo del genio Civile, Gaetano Sciacca. A riunirli, la visione della riqualifica di un bene comune: la zona Falcata. Riqualifica da realizzare attraverso un Piano strategico per mezzo del quale si potrà avere accesso ai finanziamenti europei.

Lo sforzo per raggiungere l’obiettivo dovrà però essere corale, si dovrà provvedere in tempi brevissimi alla creazione di un nucleo tecnico interdisciplinare in grado di redigere il fondamentale Piano strategico e portare così a casa i finanziamenti.

Autorità portuale, Comune, Sovrintendenza, Provincia, sindacati e Confindustria dovranno cooperare in qualità di soggetti incaricati di portare a termine questo importante compito. Se il disegno di legge sulle aree Zis e Zir – che prevedeva il cambio di destinazione d’uso per i fabbricati della zona, senza la modifica delle cubature – li aveva divisi, oggi si sono ritrovati Picciolo e Sciacca si sono ritrovati e hanno ribadito che la Zona falcata deve essere un’assoluta priorità, il punto di rinascita della città.

A ricucire lo strappo anche alcune “occasioni” che non possono e non devono sfumare – come hanno ribadito oggi in conferenza stampa: la presenza dell’assessore regionale Maurizio Croce con delega alla Protezione Civile e i fondamentali passi progettuali già compiuti in tal senso dall’ex assessore Giusi Furnari.

Sciacca ha anche ribadito la necessità che i tempi per mettere in atto il Piano e tutti i programmi di riqualifica siano brevi, e proprio per questo ha fatto cenno all’eventuale figura di un commissario inviato dalla Regione per scongiurare ritardi nella stesura del Piano particolareggiato.

Presente alla conferenza anche l’architetto Orazio Micali, che ha sottolineato l’importanza di avere obiettivi chiari e precisi e di trovare il massimo accordo tra le parti chiamate in causa.

(54)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.