La discarica di Mazzarrà chiusa solo per i rifiuti di Messina. In città potrebbe tornare l’emergenza spazzatura

Pubblicato il alle

2' min di lettura

discaricaLa discarica di Mazzarrà Sant’Andrea è aperta, ma da stanotte non più per il Comune di Messina e, dunque, per gli autocompattatori di MessinAmbiente. Come per il dissesto, passa ancora dalla Regione il destino dello smaltimento dei rifiuti solidi urbani. Secondo quanto segnalato da TirrenoAmbiente, la società che gestisce la discarica di Mazzarrà, al Comune capoluogo è scaduta la concessione per l’utilizzo del sito, e anche stavolta toccherà al presidente della Regione Crocetta e al governo, che hanno poteri sulla gestione dei rifiuti in Sicilia sempre classifica in emergenza, dare una risposta. “La discarica è aperta – dicono da TirrenoAmbiente – ma la Regione deve inviare la proroga o altro atto conseguente al Comune di Messina per poter scaricare in questo sito e dunque, senza questo documento regionale, non possiamo consentire l’apertura ai mezzi di MessinAmbiente”. I privati, ad esempio, che hanno la concessione, stanotte e domani potranno scaricare i rifiuti, ma non gli enti pubblici, come il Comune di Messina, che non hanno ancora il visto regionale per poter continuare a smaltire i sacchetti d’immondizia. L’ultimo ok regionale è scaduto proprio oggi. Se il problema è di facile risoluzione oppure molto più grave si capirà soltanto nelle prossime ore perché altrimenti il Comune, attraverso l’Ato3, dovrà cercare una nuova discarica o sarà emergenza rifiuti. Oggi, a Palazzo Zanca, come consuetudine, si è fatto vedere il commissario di MessinAmbiente, Armando Di Maria, tornato a battere cassa per il pagamento del gasolio ai mezzi e per le assicurazioni degli autocompattatori. Gli operatori ecologici, invece, rispetto ai colleghi dell’Atm, attendono soltanto il versamento della tredicesima, mentre il 15 gennaio è fissata la data per la mensilità di dicembre.

@Acaffo

(50)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.