“Indietrononsitorna”: si presenta associazione a sostegno del sindaco Accorinti

Accorinti al MunicipioPresentata l’Associazione di impegno civile “Indietrononsitorna”

 A sostenere l’iniziativa anche una parte dei 124 messinesi firmatari del “Manifesto” pro-Accorinti della campagna elettorale 2013, che hanno deciso di supportare concretamente «un Sindaco ed un’Amministrazione fuori dagli schemi»

 

Tutti nuovamente insieme perché “Indietrononsitorna”. Questo il nome dell’Associazione di impegno civile, costituitasi lo scorso 4 agosto, e presentata oggi in conferenza stampa presso la sala ovale del Comune,  che mira a guardare ad un modello diverso di città: quello immaginato e fortemente voluto dal sindaco Renato Accorinti.  

«A dare input all’iniziativa  – ha esordito il presidente Rosario D’Anna – è la convinzione che Messina, a distanza di poco più di un anno dalla vittoria elettorale di Accorinti, frutto di un momento di vera partecipazione democratica, debba ritrovare lo stesso spirito che ha animato quella grande “impennata popolare”, fatta di entusiasmo e voglia di cambiamento».  

Tanti di coloro che hanno deciso di sostenere concretamente l’operato dell’Amministrazione, mediante proposte da discutere e condividere con il resto della città, hanno fatto parte del gruppodei 124  messinesi firmatari del Manifesto d’intenti, espressione di diverse anime della città e “confezionato” durante la campagna elettorale 2013, in cui è stato pubblicamente dichiarato il sostegno per «candidato fuori dagli schemi, libero da condizionamenti politici, che non risponde a nessuna lobby o a nessun gruppo ma solo ai cittadini, in quanto espressione di un movimento civico».

«La grande forza di quella vittoria – ha continuato il presidente D’Anna– sta proprio nell’essere riusciti, tutti insieme, a rompere gli schemi e a sconfiggere,  come spesso ama ricordare il sindaco,  una portaerei a mani nude, non delegando ad altri ma facendo ciascuno la propria parte.  Ecco perché, oggi più che mai, bisogna fare il possibile per non disperdere l’impegno profuso e il successo conquistato, cercando di dare forma ad idee e progetti attraverso gli appositi strumenti di partecipazione popolare contemplati dallo Statuto Comunale. Richiamato, non a caso, anche nel nostro Statuto associativo».

Per il presidente D’Anna, «la ragione che ci ha spinto a credere fortemente in questo nuovo progetto, è legata al fatto di aver percepito l’influenza, sempre più insistente, di forze restie al cambiamento, non interessate a rendere Messina una città migliore, ma piuttosto a mantenerne lo status quo. I due casi più recenti ed emblematici riguardano le querelle intorno al futuro dell’isola pedonale e all’ordinanza anti tir, argomenti che avrebbero invece dovuto vedere l’intera camminare compatta a fianco del suo sindaco. Finora, invece, abbiamo assistito ad un vero e proprio accanimento contro questa Giunta che è diventata bersaglio da più parti. Anche per questo abbiamo deciso di fare un altro passo avanti e di supportare concretamente il sindaco e i suoi assessori».    

Ad affiancare il presidente D’Anna i componenti del consiglio direttivo Vincenza Voccio,  Giuseppe Polizzi, Antonino Donato, Simonetta Di Prima, Antonio Artemisia, Cesare Natoli, Elio Conti Nibali; Paolo Girlanda. Tra i soci fondatori anche Giuseppe Magazzù; Antonino e Sergio Conti Nibali; Melania Crisafi; Giuseppe Santilano.    

(127)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *