Il sindaco Accorinti su Genovese: “Non mi preme condannare, è uno spaccato politico e culturale molto triste”

Accorinti cannoluIl sindaco Renato Accorinti non infierisce sull’inchiesta che coinvolge Francantonio Genovese e che in caso di accoglimento dalla commissione della Camera alle autorizzazioni a procedere porterà agli arresti il deputato nazionale messinese del Pd.

Accorinti, al ballottaggio di giugno, aveva superato l’ex consigliere comunale Felice Calabrò, esponente di primo piano del gruppo Genovese e uno dei possibili candidati attuali alla segreteria cittadina dei democratici.

Accorinti al suo rientro in tarda mattinata a Palazzo Zanca ha detto: “Non mi preme condannare Genovese, non mi esprimo sugli aspetti giudiziari che competono alla magistratura, quello che voglio sottolineare dall’inchiesta è uno spaccato culturale e politico della nostra città, è una cosa molto triste”.

Uno dei punti della campagna elettorale di Accorinti contro il centrosinistra era proprio fondato sulla questione morale del partito democratico locale pur se Accorinti non aveva mai indicato il nome di Genovese nei giorni che hanno anticipato il primo e il secondo turno elettorale. 

(41)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *