Il Pd vince le Europee anche a Messina. I Cinquestelle ridimensionati a un anno dalle Politiche

Pd Pletti Faraone EuropeeCome nel resto d’Italia il partito democratico vince le elezioni Europee anche a Messina. Nonostante un partito dilaniato e senza organizzazione nelle ultime settimane e “colpito” dall’arresto del parlamentare Francantonio Genovese i democratici, che tutti si aspettavano in calo, sono primi sia nel capoluogo che in provincia. 

Partendo proprio dalla città più di 22mila, pari al 32,37%, hanno scelto il simbolo che oggi riconosce in Matteo Renzi la legittimità a proseguire l’azione di governo. Il Movimento Cinquestelle è secondo con il 23,45% pari a più di 16mila voti. Terzo Forza Italia con il 18% e più di 13mila consensi. Il Nuovo Centrodestra più l’Udc sono al 10,94% ma non vanno oltre gli ottomila voti di lista. Nel testa a testa tra Fratelli d’Italia e la lista Tsipras la spuntano i primi che superano i 4mila voti di lista, cosa che non riesce alla Sinistra. 

In tutta la provincia è sempre il Pd primo partito con oltre 73mila preferenze e il 32,88% dei consensi di lista. I democratici hanno superato i voti delle Politiche di un anno fa. La sorpresa è che i Cinquestelle non sono secondi ma terzi dietro Forza Italia. Il partito di Berlusconi, infatti, prende 45mila preferenze e supera il 20% di lista contro gli oltre 43mila voti dei pentastellati che non raggiungono la percentuale del 20. Un brusco risveglio anche messinese per i Cinquestelle che alle Politiche di un anno fa avevano raggiunto oltre 80mila voti. 

Nuovocentrodestra e Udc insieme si attestano quarti con il 12% e meno di 30mila voti. 

In provincia Fratelli d’Italia distacca nettamente la lista Tipras; i primi con oltre 15mila voti sono al 6,77% mentre la Sinistra non tocca il 4% e non va oltre i 9mila voti di lista. 

 

(43)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *