Il Pd si “rompe” ancora. Rinviata l’assemblea di lunedì. I Progressisti Democratici: “Dentro il partito ma distinti”

Progressisti DemocraticiNon è spianato il cammino di Basilio Ridolfo alla segreteria provinciale del Pd. Nonostante sia l’unico candidato i parlamentari regionali Pippo Laccoto e Filippo Panarello hanno “rotto” l’accordo siglato con Francantonio Genovese. Ma non è il nome di Ridolfo a dividere quanto il numero di delegati all’assise provinciale che doveva tenersi tra 48 ore e che è stata rinviata a data de destinarsi. Il numero dei delegati usciti fuori dai circoli doveva vedere la maggioranza del 51% ai Genovesiani e il 49% alle altre componenti ma invece i primi hanno fatto man bassa e la cosa non è piaciuta ai due parlamentari regionali che hanno interrotto il piano che doveva portare Ridolfo, lunedì, all’elezione.

Di questo si è anche parlato oggi nel corso della presentazione dei Progressisti Democratici, costola del Pd, che hanno ufficializzato i quadri dirigenti guidati dal presidente provinciale Emanuele Lo Giudice. L’ex consigliere comunale Nicola Barbalace sulle divisioni tra i democratici per i delegati ha detto: “L’accordo su Ridolfo ci ha visto favorevoli ma il vero danno oggi è che il Pd si sta confrontando sul numero dei delegati e non sui temi che interessano al territorio”.

Il consigliere comunale Santi Zuccarello: “In Consiglio abbiamo un ruolo differente dal Pd, siamo aperti alla collaborazione con l’amministrazione ma i consiglieri del gruppo di riferimento non ci tengono in considerazione; sono stato io l’unico ad apportare modifiche per la delibera sulle Pubbliche Affissioni e voterò positivamente il regolamento della Tares dopo l’accordo con il vicesindaco Guido Signorino”. Zuccarello ha ricordato come i Progressisti Democratici si siano già riconosciuti in Renzi in vista del congresso nazionale.

Lo Giudice: “Ci faremo portavoci dell’emergenza che si sta vivendo a Messina, siamo all’interno del Pd ma con una connotazione specifica”. I Progressisti Democratici si organizzeranno nelle prossime settimane in comitati comunale e provinciale.

Ancora Barbalace: “Renzi è oggi l’ultima occasione del Pd per rinnovarsi, non abbiamo nessun tipo di problema con i Renziani della prima ora”. L’ex consigliere comunale Giorgio Caprì conferma che proprio con il gruppo di Francesco Palano Quero e Alessandro Russo, anche in passato, ci stato stato l’unico confronto nel Pd”. Sempre assente, dunque, con il gruppo che fa capo a Genovese. @Acaffo 

(53)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *