Il Comune assume 26 unità con il collocamento obbligatorio. 10 si occuperanno del verde

Pubblicato il alle

1' min di lettura

Saranno concluse entro gennaio le assunzioni per le 26 unità lavorative tramite il collocamento obbligatorio, che saranno eseguite dal Comune di Messina. Una bella manna per il settore della cura del verde pubblico cittadino, visto che 10 unità saranno assunte proprio con la qualifica di addetto al verde cittadino.

L’assessore all’ambiente, Daniele Ialacqua, ha chiesto al Dipartimento Cimiteri e Verde Pubblico di ultimare tutti i passaggi burocratici necessari, affinchè si possa regolarmente procedere con le assunzioni, in vista del contratto di servizio del verde urbano, che sarà sottoscritto con la Messinaservizi bene comune. L’assessore ha convocato per i prossimi giorni un tavolo tecnico, proprio per programmare tutti i vari interventi di manutenzione per il verde urbano.

Ma intanto sono state anche individuate le aree che saranno quotidianamente presidiate dal personale, vale a dire la villetta di via Scuole di Torre Faro; l’area attrezzata Sperone ovest (cda Santa Caterina); le aiuole della riviera nord da Ganzirri a Paradiso; gli spazi verdi da lottizzazione zona nord e sud; le aiuole spartitraffico del tram; la passeggiata Belfiore (ex Ringo); la piazzetta Crisafulli; le aiuole Provinciale; il lungomare di Santa Margherita; la villetta Giampilieri e gli spazi verdi di piazze e slarghi.

(1519)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. L’unico dubbio è, visto che i facenti parte degli elenchi per il collocamento obbligatorio sono, tra l’altro i diversamente abili:
    “- persone in età lavorativa affette da minorazioni fisiche, psichiche o sensoriali e portatori di handicap intellettivo, che comportino una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45%
    – persone invalide del lavoro con un grado di invalidità superiore al 33%
    – persone non vedenti o sordomute
    – persone invalide di guerra, invalide civili di guerra e invalide per servizio”,
    qualcuno ha verificato se sono idonei a questo tipo di lavoro? Oppure sarebbe il caso di impiegarli in altri settore dove possano dare, in base alla loro condizione, un reale contributo?

  2. Noi categorie protette disabili ci devono dare un lavoro non ke possono scegliere i datori di lavoro li vorebbero a fare sforzi come un operaio comune più posti di lavoro hai disabili non siamo un peso della soceta mettiamo anke l anzianità del disabile disoccupato

error: Contenuto protetto.