I comuni anticipano stipendi contrattisti ma la Regione non dà contributi: Forza Italia interroga

regione sicilia per ecoL’oggetto di un’interrogazione al presidente della Regione ed all’assessore Regionale delle Autonomie Locali e Funzione Pubblica, è la richiesta di trasferimento fondi ordinari ai comuni siciliani e somme necessarie per il pagamento degli stipendi del personale contrattista. La inoltrano i deputati regionali Falcone, Grasso, Formica e Rinaldi ( FI).

Scrivono: “Rilevato che i mancati trasferimenti ordinari ai comuni siciliani da parte della Regione per gli anni 2015 e 2016 hanno determinato, per la maggior parte di essi, un deficit di cassa non più colmabile con l’istituto dell’anticipazione di tesoreria.

Premesso che il decreto dell’Assessorato Regionale delle Autonomie Locali del 30.12.2015 costituisce atto di mero impegno contabile per assicurare la continuità dei rapporti di lavoro del personale contrattista fino al 31.05/2016, disatteso dall’ulteriore mancato trasferimento necessario al pagamento degli stessi.

Considerato che l’esposizione economica dei Comuni siciliani che, nella maggior parte dei casi, hanno assicurato copertura degli stipendi di dipendenti e contrattisti per l’anno 2015, rischia di paralizzare l’attività amministrative degli stessi; le importanti iniziative di sollecito intraprese dai sindaci siciliani anche per ribadire la necessità di ottenere ulteriori risorse finanziarie dai fondi che lo Stato di recente ha concesso al Governo per garantire gli equilibri del bilancio regionale, pare non abbiano ancora sortito alcuno effetto sul Governo Regionale.

Considerato inoltre che la Regione Siciliana non solo non ha ancora provveduto ai trasferimenti per gli anni 2015 e 2016 ai comuni dell’isola, ma propone nella prossima legge di stabilità al vaglio della Commissione Bilancio dell’Assemblea Regionale Siciliana di deliberare ulteriori tagli.

Chiediamo di conoscere quali le motivazione ostative per cui il suddetto Assessorato ed il dipartimento competente non hanno provveduto allo stanziamento e trasferimento della contribuzione ordinaria ai comuni siciliani per l’anno 2015; quali le ragioni che non hanno consentito il trasferimento degli stanziamenti necessari al pagamento degli stipendi dei contrattisti sino al giugno 2016, così come decretato.

Infine quali i tempi necessari affinché il Suo Assessorato e gli uffici preposti ottemperino agli opportuni ed improcrastinabili trasferimenti ordinari e per i contrattisti per gli anni 2015 e 2016 in favore dei comuni siciliani”.

(725)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *