Giuseppe Ardizzone chiarisce: “Domani i deputati regionali diranno l’ultima parola”

Pubblicato il alle

3' min di lettura

megafonocrocetta“Domani si terrà un incontro a Palermo con tutti i deputati regionali di centrosinistra per decidere dell’ipotesi di fermare le primarie e convergere sulla candidatura Furnari oppure no”: a parlare è Giuseppe Ardizzone, delegato per Messina del movimento Il Megafono e come segnala con la tessera messinese n.1 del gruppo di Rosario Crocetta. Per Ardizzone non è stata una bella giornata dopo gli “attacchi” giunti da più fronti che hanno fatto pensare a una sfiducia  giunta dal governatore con tanto di rischio sostituzione. Giuseppe Grioli, ad esempio, si chiede perché mai Ardizzone abbia firmato l’adesione alle primarie per conto dei Crocettiani che cozza con le affermazioni di 24 ore fa del presidente della Regione. “Il nostro presidente – dichiara Ardizzone – aveva deciso di partecipare alle primarie ma ieri pomeriggio, prima di andare via da Messina, e dopo essersi consultato con il gruppo ha deciso di fare sintesi sul nome della professoressa Giusi Furnari Luvarà dando in maniera provocatoria la notizia di non voler le primarie, domani si terrà un ulteriore incontro con gli alleati, ma parliamo soltanto di deputati regionali messinesi di centrosinistra (la riunione si svolgerà a Palermo alla presenza del presidente Crocetta) per capire se l’ipotesi di non fare le primarie sia ancora percorribile e dunque convergere tutti sul nome della Furnari oppure no”. Nel movimento, comunque, sono molti i mal di pancia contro il governatore e la sua uscita di ieri. Pare che nella notte il gruppo messinese del Megafono si riunirà e domani a Palermo consegnerà un documento a Crocetta per avere chiarezza politica sul futuro di Messina. Ardizzone segnala che al Tavolo parteciperanno anche i deputati del Pd che nelle ultime ore non sono stati teneri con Crocetta e la sua decisione. Nelle ultime ore si sussurra di una possibile sostituzione di Ardizzone alla guida provinciale del Megafono. Cosa c’è di vero? “Io sono disponibile a farmi da parte ma non ritengo che questo sia in discussione, per farvi capire sono stato io a telefonare alla professoressa Furnari per proporre la candidatura e dunque, mi sembra che la cosa non sia in discussione, sarei ben lieto, anzi, che la professoressa Furnari e la professoressa Lucia Tarro Celi, due persone rispettabilissime, entrino nel Megafono, sarei io a consegnare loro le tessere del movimento, la Furnari è nostra candidata anche se non è organica al gruppo politico mentre mi risulta che la Tarro Celi faccia ancora parte del Pd”. Domani, dunque, l’ultima parola sul caso primarie. Con in bilico il Megafono. Ma se ne occuperanno i deputati. L’ex segretario cittadino del Pd Grioli già replica: “Non accettiamo alcuna decisione che arrivi dall’alto, a Messina c’è un Tavolo di centrosinistra che ha già deciso di fare le primarie”. @Acaffo

 

(35)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.