filippo-panarello

Fusione CAS-Anas, Panarello: “Unica via possibile, il Governo vada avanti”

Pubblicato il alle

2' min di lettura

«Sto lavorando per arrivare al più presto possibile alla nascita della società mista che dovrà occuparsi, finalmente, di gestire la rete autostradale siciliana. L’esperienza del Cas è abbondantemente finita, con un esito fallimentare. Va messa la parola fine per un ente che oggi è depotenziato, senza risorse, nell’impossibilità di gestire la minima manutenzione. E si vede. La nuova società vedrà l’Anas, con cui abbiamo un dialogo allo stato avanzato per questo progetto, protagonista di una autentica rivoluzione. L’azienda, del resto, ha già stanziato oltre 870 milioni per la manutenzione dell’autostrada Catania-Palermo e il presidente Armani mi ha confermato che altre risorse verranno investite in Sicilia. Ma il riordino della gestione, una attenta e puntuale manutenzione sono fondamentali, per questo vogliamo accelerare per creare questa società».

Parole e musica dell’assessore regionale alle infrastrutture Giovanni Pistorio, che poco meno di un mese fa ha ufficialmente chiuso l’esperienza del CAS, aprendo le porte ad un nuovo soggetto, vale a dire ad una nuova società che comprende pure l’Anas. I rumors di mesi hanno trovato così conferma, con la Regione intenzionata a staccare il respiratore ad un ente, il CAS appunto, che nell’arco di questi anni si è tentato di rilanciare in tutti i modi.

Per il deputato del Partito Democratico Filippo Panarello, siamo di fronte all’unica strada percorribile se si vuol finalmente garantire un degno servizio agli utenti siciliani: “Sosteniamo la scelta del governo sulla fusione fra Anas e Cas e la nascita di un nuovo soggetto unico: è l’unica soluzione per superare gli attuali problemi gestionali, garantire sicurezza ed efficienza sulle tratte autostradali e tutelare i lavoratori e gli attuali dipendenti del Cas. Già nella scorsa legislatura quando c’era il rischio del ritiro della concessione al Cas da parte del governo nazionale – prosegue Panarello – il sottoscritto, insieme con il Partito Democratico, aveva proposto l’intesa con l’Anas per la nascita di un gestore unico: questo percorso oggi vede un serio impegno del governo, che va sostenuto in tutte le sedi”.

(185)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.