Europee, i commenti. Ridolfo del Pd: “Risultato eccezionale”

Basilio RidolfoPrimi commenti dopo la notte di spoglio delle elezioni Europee.
Il segretario provinciale del Pd, Basilio Ridolfo, dice: “E’ un risultato eccezionale, ero ottimista e fiducioso, Renzi è riuscito a far superare a Messina le difficoltà oggettive del partito ma anche grazie al lavoro di tutti i gruppi e di tutti i dirigenti siamo riusciti a ottenere questo risultato straordinario; adesso – prosegue Ridolfo – attendiamo le indicazioni della segreteria regionale per aprire questa nuova fase del Pd messinese aperto a tutti i gruppi e non solo a uno, io sono a disposizione di tutti per il bene del Pd che è di tutti”.
 
Emilio Fragale del Pd:
“Il Pd di Matteo Renzi ha stravinto le elezioni, il pericolo di una deriva anarcoide è scongiurato. Tanta disillusione, tanta critica, tanta protesta, tanta rabbia è ancora diffusa. I problemi delle persone, i drammi delle famiglie, le crisi delle imprese restano (non essendo risolti da un esito elettorale). Nel non voto e nel voto al M5S vi è – tuttavia – genuinità di base che occorre recuperare a una dialettica positiva e costruttiva. Di questo malessere il Partito Democratico si deve fare carico responsabilmente e fattivamente.  In Sicilia e a Messina il dato preoccupante dell’astensionismo è compensato da una prova  di vivacità (nella collaborazione e competizione tra i democratici) che è di auspicio per un deciso cambio di passo nella politica locale e regionale. Grazie a tutti gli iscritti, i militanti, i simpatizzanti che hanno sotenuto il PD e grazie a tutti coloro che danno espresso preferenza per Renato Soru. Diconsi settemilacinquecentoventiquattro preferenze che premiano l’impegno, la passione, il coraggio di “distinguo” sempre puntuali, coerenti, motivati. Ora occorre pensare a un congresso straordinario sulla base del tesseramento 2014. Non abbiamo però bisogno di organismi pletorici da convocare “per adempimenti”. Abbiamo bisogno di “luoghi” di discussione e elaborazione a supporto della riflessione e della azione del Partito nelle sedi Istituzionali e abbiamo bisogni di “cantieri” per forgiare a tutti i livelli una classe dirigente all’altezza della sfida riformista che ci attende”. 

(55)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *