Elezioni. Solo Messina e Catania, tra le siciliane, superano il 50% dei votanti. In provincia, però, c’è calo

Pubblicato il alle

2' min di lettura

seggioMessina è la provincia siciliana dove si è votato di più alle regionali: 303.740 elettori su 591.873 per una percentuale del 51,32%. Ma è una magra consolazione perché tutti i Comuni del messinese perdono con grandi numeri elettori. Solo la provincia di Catania, insieme alla nostra, ha superato il 50% degli aventi diritto in Sicilia. Messina, dal 2006 a oggi, ha “lasciato per strada” il 10% di elettori: sei anni fa, infatti, quando si votò in una sola giornata come ieri, la percentuale era stata del 61,53%. Nel 2008, con mezza giornata in più di voto, la provincia di Messina si era assestata sul 69,76%. Anche nel territorio provinciale, dunque, quasi la metà degli elettori ha disertato le urne. Il Comune dove si è votato di più, ma si era capito già dai primi dati, è stato Fondachelli Fantina del sindaco Francesco Pettinato: 69,47%. A Pettineo si è votato meno in queste regionali: appena il 33,71%. Il raffronto tra i Comuni più grandi lo si può fare con le regionali del 2006 e tutti sono in forte calo: Barcellona Pozzo di Gotto è al 51,85% contro il 67,58% di sei anni fa. Scende anche Capo d’Orlando: il 52,02% contro il 64,69% del 2006. Giardini Naxos si ferma al 46,73%, neppure un elettore su due, contro il 55,33% del 2006. Molto bassa l’affluenza a Lipari: il 36,8% rispetto al 51,49% di sei anni fa. Milazzo è al 51,62% contro il 65,23%. Patti al 54,67% contro il 68,93%. Santa Teresa Riva di Cateno De Luca chiude al 62,41% contro il 67,99% del 2006. Taormina si ferma al 51,81% contro il 58,77%. Infine Sant’Agata Militello ha un’affluenza del 54,02%: era stata del 68,22% nel 2006.

 

@Acaffo

(37)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.