franco de domenico, federico basile

Deposito GNL, De Domenico: «Sì, ma non a Pistunina». Basile: «Si è accorto che è abitato»

Pubblicato il alle

4' min di lettura

Il deposito GNL a Messina va fatto, ma non a Pistunina: a dirlo è il candidato sindaco del centrosinistra, Franco De Domenico, dopo un incontro con i residenti e una visita nella zona. Immediata la replica, ironica, di Federico Basile: «Ultime notizie dal pianeta Marte, De Domenico ha scoperto che Pistunina è un centro abitato». «Bisogna comprenderlo – aggiunge –, non sapeva che quel sito fosse abitato, perché non lo conosceva, essendo abituato a frequentare luoghi con un diverso… curriculum».

Insomma, la campagna elettorale sembra farsi un po’ più calda co l’avvicinarsi delle elezioni amministrative di Messina. Dopo la sferzata di Matilde Siracusano a Basile e De Luca; l’attacco di Sturniolo a Basile, accusato di sottrarsi al confronto; a lanciare il guanto di sfida, stavolta, è il candidato sindaco di Sicilia Vera alle prossime elezioni amministrative. L’ex Direttore Generale del Comune, Federico Basile, punta il dito contro Franco De Domenico.

Deposito GNL a Messina, De Domenico: «Sì, ma non a Pistunina»

Dopo il suo incontro con i residenti del villaggio della zona Sud, Franco De Domenico ha comunicato la sua posizione sul deposito di gas naturale: va fatto, ha detto, ma occorre trovare un’altra zona.

«Il sopralluogo a Pistunina – scrive De Domenico in una nota –, e il confronto con gli abitanti, mi ha consentito di approfondire ulteriormente la vicenda del deposito di GNL. Come ho già dichiarato la scorsa settimana, la nostra massima preoccupazione è garantire la sicurezza dei cittadini. Dopo avere visionato l’area, dunque, ho la convinzione che non ci siano le condizioni per realizzare una struttura così vicina alle case».

«Rimango però convinto – aggiunge – che la realizzazione del deposito è un’opportunità economica ed occupazionale che la città non può lasciarsi sfuggire, ma occorre immaginare una collocazione diversa: per tali ragioni condivido l’utilità dell’opera, ma no all’attuale proposta. Inoltre, ritengo imprescindibile coinvolgere i cittadini in tutti i processi che riguarderanno la costruzione dello stesso, anche tramite tavoli tecnici e confronti pubblici con esperti che prevedano l’attiva partecipazione della cittadinanza. Comprendiamo, infatti, le preoccupazioni degli abitanti della zona, che in questi giorni stanno avviando una raccolta firme contro quella proposta. Siamo e saremo in prima linea al fianco dei cittadini, ma anche contro le speculazioni di quelle forze politiche che non approfondiscono i temi e vanno solo alla ricerca di facile consenso».

Federico Basile: «Ultime notizie dal pianeta Marte»

Secco e pungente, il candidato sindaco di Messina Federico Basile, portato avanti dall’ex primo cittadino, Cateno De Luca, alle elezioni amministrative 2022: «Ultime notizie dal pianeta Marte – scrive. De Domenico ha scoperto che Pistunina è un centro abitato. Dopo essere atterrato sull’area del nostro litorale sud dove qualche soggetto superficiale o interessato ha pensato di collocare un deposito di GNL, Franco De Domenico ha scoperto che “non ci sono le condizioni per realizzare una struttura così vicina alle case”.  Bisogna comprenderlo, non sapeva che quel sito fosse abitato, perché non lo conosceva, essendo abituato a frequentare luoghi con un diverso… curriculum».

«Ora che ha fatto un sopralluogo – prosegue il candidato di Sicilia Vera – finalmente si è reso conto che lì il deposito di GNL, voluto dal Presidente a Cinquestelle dell’Autorità Portuale di Messina, proprio non si può fare. Bene così, meglio tardi che mai. Ora resta una curiosità: che ne pensano i suoi alleati del M5S di questa presa di posizione? Dopo il Ponte, si divideranno anche su questo? Problemi loro, l’importante ora è passare dalle parole ai fatti e bloccare definitivamente il progetto del deposito di GNL a Pistunina, salvaguardando la salute e la sicurezza di quel centro abitato. Perché ora che l’ha visto anche De Domenico non c’è più dubbio che quello sia un centro abitato! O dobbiamo aspettare che facciano un sopralluogo anche gli onorevoli D’Uva e Zafarana?».

(113)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Pensavo fosse fatto di un’altra pasta Basile, ma frequentando il sinnico si sta inbruttendo. Poveri noi

error: Contenuto protetto.