cateno de luca giuseppe buzzanca

De Luca e Buzzanca depongono le armi: «La politica non può diventare un’arena mediatica»

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Si chiude, così com’era iniziato, con un post sui social, l’acceso scontro tra Cateno De Luca e Giuseppe Buzzanca. Dopo la valanga di insulti che hanno riempito le bacheche Facebook dei messinesi per tutta la giornata di domenica, i due ex sindaci hanno deposto le armi e annunciato che non ci saranno più confronti a due, a meno che non saranno presenti anche tutti gli altri sindaci che hanno amministrato la città dello Stretto dal 1994 in poi.

La vicenda è ormai nota. Nella giornata di ieri Cateno De Luca e Giuseppe Buzzanca si sono lanciati in uno scambio di post ricchi di attacchi e insulti ben poco edificanti da entrambe le parti. Dopo le tante e aspre critiche sui social, i due ex sindaci di Messina hanno pubblicato, in contemporanea, uno stesso post sulle rispettive bacheche a suggellare la tregua.

Di seguito, il breve testo pubblicato sui profili di Cateno De Luca e Giuseppe Buzzanca: «Siamo caratteri forti e reattivi! La politica non può diventare un’arena mediatica per gli amanti degli scontri senza confini e senza limiti. Io e Peppino (Cateno nel post di Buzzanca, ndr), abbiamo concordato che non è opportuno andare in Televisione per proseguire uno scontro che non doveva neanche iniziare. Non ci sarà nessun altro confronto/scontro a due se non saranno presenti anche gli altri sindaci che hanno amministrato Messina dal 1994 in poi».

(203)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.