Crocetta: “Chi sbaglia paga” ma non nomina Genovese. La Stancheris: “Non vado nei Teatri”

Crocetta EuropeeIl nome di Francantonio Genovese non lo sibila. Ha parlato della Formazione Professionale e del “chi sbaglia paga”. Anche il presidente della Regione Rosario Crocetta era oggi a Messina. Lui, alla corsa per le Europee, sostiene nella lista Pd per Sicilia e Sardegna il suo assessore Michela Stancheris. E con quest’ultima si schierano i Dr Salvatore Cardinale, Beppe Picciolo e Marcello Greco.

“Noi non ci accaniamo, ognuno passa il proprio martirio e chi sbaglia paga, non tocca a noi fare giustizia ma giudicare le responsabilità collettive sì – ha detto Crocetta alla sala Fasola giunto in ritardo dopo essere arrivato all’alba in città e trascorso notte e mattina all’hotel Royal – io penso che il risparmio che abbiamo lanciato contro la corruzione è di 1 miliardo di euro; Nelli Scilabra è un’eroina del nostro tempo, è la ragazza che ha messo in discussione la Formazione Professionale, visto che i professori in passato hanno fallito ho messo una studentessa, questi ragazzi e queste ragazze non hanno scheletri nell’armadio e sono liberi, anche Michela, con questi ragazzi stiamo cambiando la Sicilia, i 278 milioni di euro per il Piano Giovani che sono il più grande investimento che sia stato fatto per i giovani li abbiamo tolti alla “manciugghia”, alla corruzione della Formazione, alla corruzione della Sanità”.

Critiche dirette sono state lanciate da Crocetta agli altri candidati del Pd Caterina Chinnici e Giovanni Fiandaca riferendosi alla spesa sanitaria.

La Stancheris, prima di recarsi alla sala Fasola, ha visitato la sede del comitato elettorale a piazza Cairoli messa in piedi dai Dr: “Dobbiamo operare sulla legislazione europea, in Europa non c’è la commissione Turismo e la chiederò una volta eletta, l’immigrazione influisce sul turismo, occorre occuparsi dell’aspetto umanitario ma non si può sempre parlare della Sicilia per l’immigrazione”. La Stancheris, come già fatto dai cinquestelle siciliani, ha annunciato che rinuncerà allo stipendio da assessore regionale: “La Cultura sta morendo perché la finanziaria non viene approvata, non strumentalizziamo la campagna elettorale, non possiamo utilizzare lo strumento Teatro, io non ci sono andata nei teatri e non chiedo il voto ai dipendenti dei teatri, se i dipendenti non prendono lo stipendio non lo prenderò anch’io”.

Su Genovese la Stancheris: “Stupisce che il Pd siciliano non abbia preso posizione su una vicenda di questo tipo, il Pd siciliano va ricostruito e deve trovare delle persone che vogliono un partito che non sia di uno ma delle idee e delle persone che credono nella Sinistra”.

Cardinale: “La Stancheris è una giovane, brava, competente; è venuta cinque anni fa con Crocetta in Sicilia e si è innamorata di questa terra; questo è un tempo di difficoltà, gli italiani sono stanchi, sono delusi, il tentativo di restare a casa o di votare Grillo è forte, io lancio un appello agli elettori ad andare a votare ma non per chi mette “dinamite””.

Sull’arresto di Genovese il presidente onorario dei Democratici riformisti dice la sua: “Mi meraviglia quello che è successo, conosco Genovese e oggettivamente non ho mai pensato o avuto il sospetto che potesse essere accusato di questo, mi auguro che la magistratura faccia presto e faccia luce su questa vicenda, mi auguro che Genovese sia prosciolto, se sarà riconosciuta la sua responsabilità pagherà come un normale cittadino”. @Acaffo

(71)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *