Contro gli sprechi, Nina Lo Presti chiede informazioni sulla spesa pubblica

comuneIl Consigliere comunale Nina Lo Presti tocca il tasto dolente della “Spending Review”. Alla luce dell’accentuarsi della crisi economica «che costringe il nostro Comune — scrive in una nota —  a strategie e azioni finalizzate al contenimento della spesa  pubblica in osservanza appunto della “Spending  Review” », la consigliera chiede agli organi competenti dell’Ente comunale, Dipartimento Demanio e Patrimonio- Area coordinamento tributario: l’elenco di tutti i fitti passivi locati dal Comune, i relativi contratti stipulati e corrispondenti scadenze; l’ultima relazione relativa alla formulazione del piano degli investimenti, «costituendo questa — sottolinea — una voce di spesa di rilevante incidenza sulle casse comunali»; di conoscere le procedure utilizzate per la scelta degli immobili, le eventuali indagini di mercato volte a individuare la congruità del prezzo e i procedimenti di rinnovo dei contratti medesimi .

«Tali informazioni — specifica — risultano funzionali all’apprendimento di eventuali irregolarità, anomalie o di atti contrari alla “Spending Review” che potrebbero giustificare approfondite indagini. Quest’ultima — ricorda — doveva essere finalizzata a individuare sprechi ed inefficienze per “controllare la spesa pubblica come un giardiniere che taglia i rami secchi e cura quelli malati”, richiedendo — conclude — sforzi continui agli amministratori e ai cittadini  che subiscono questo regime economico attraverso l’aumento dei tributi e la diminuzione dei servizi».

(39)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *