Continuità territoriale. Zuccarello e Sindoni chiedono un incontro pubblico

comune 6I consiglieri comunali, Zuccarello e Sindoni, alla notizia dell’interruzione della continuità territoriale nello Stretto, chiedono la convocazione di un consiglio comunale aperto.
La conferma della drammatica condizione è giunta ieri a seguito dell’incontro tenutosi a Roma tra sindacati e Fs. Notizia che ha spinto i due consiglieri a chiedere l’incontro pubblico e la presenza della deputazione messinese, siciliana e calabrese inserita nelle istituzioni regionali, nonché di tutte le organizzazioni sindacali. Il fine è quello di attuare una mobilità generale in difesa delle città di Messina, Reggio Calabria e della stessa Sicilia.
“È evidente che in conseguenza di ciò si registrerà nell’immediato un esubero di 102 lavoratori per il settore navigazione e la fine degli imbarchi periodici comporterà altri 70 esuberi di precari che ruotano nella flotta di Stato con contratti a tempo determinato. Con le ricadute sulla manovra, manutenzione e personale mobile di ferrovie aggiunto al personale dell’indotto -scrivono i due consiglieri- la perdita di posti di lavoro sarà di circa 700 unità”.

(69)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *