consigliere Fenech e Risitano

Conti Nibali e il Fuan. La capogruppo Fenech: “Infamie”. Ma Cambiamo Messina va verso l’assemblea generale

Pubblicato il alle

2' min di lettura

consigliere Fenech e RisitanoLa nomina ad assessore comunale di Elio Conti Nibali è questione di ore. Ma all’interno di Cambiamo Messina dal Basso le fratture sono già crepe. La capogruppo al Comune della lista che nel 2013 vide l’elezione di 4 consiglieri, Lucy Fenech, dice la sua a difesa del sindaco Accorinti e di Conti Nibali. Nelle ultime ore sui social sono girate voci e accuse per la militanza giovanile di Conti Nibali nel Fuan, la federazione universitaria degli studenti di Destra. La Fenech, su Facebook, scrive: “Sono davvero basita ed indignata per certe porcherie, infamie e menzogne circolate sui social riguardo il nuovo assessore. Provo disgusto per tanta bassezza… per quanto mi riguarda sostengo la scelta del nostro Sindaco. Credo che Renato in questo momento con Elio Conti Nibali abbia fatto la scelta migliore per la città. Sono convinta che una persona per bene, capace, da sempre presente nell’avventura che ha portato straordinariamente Renato a diventare sindaco di questa città, darà sempre di più un contributo grande e positivo a questa amministrazione!!!”.

Sabato pomeriggio Cambiamo Messina dal Basso che con la capogruppo al Comune ha davvero poco da convidere ha tenuto una nuova riunione sulla nomina di Conti Nibali.

Il portavoce Federico Alagna: “Abbiamo ribadito le nostre posizioni e la nostra perplessità sul metodo scelto, sul percorso che dovrà fare il movimento ci dovremo confrontare in modo collettivo in una prossima assemblea che si terrà a breve. Certo – continua Alagna – è una vicenda molto pesante che non potrà non avere influenze sul rapporto tra Cambiamo Messina dal Basso e l’amministrazione. Però non è neanche il caso di prendere decisioni affrettate e decontestualizzate”. @Acaffo

 

(99)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.