Confusione a Camaro per la Tares. Cacciotto chiede lumi su raccolta differenziata porta a porta

porta a portaLa confusione per la Tares continua. Anche a Camaro la sede circoscrizionale è presa d’assalto dai tanti cittadini della zona ai quali non sono ancora pervenuti i bollettini di pagamento. A questo proposito il consigliere della III circoscrizione, Alessandro Cacciotto, dichiara: «Il corridoio dei locali circoscrizionali diviene luogo di incontri e commenti, laddove l’argomento principe è quello dei rifiuti e della salatissima tassa a fronte tuttavia di un servizio lacunoso e obsoleto».

Ma la questione che più interessa il consigliere circoscrionale è quella della raccolta differenziata porta a porta di cui si era tanto parlato.«Tanti cittadini nonché l’odierno deducente, si chiedono quando potrà finalmente iniziare questo servizio nella Vallata di Camaro. Pur consapevole delle difficoltà — dice Cacciotto —, legate soprattutto a nuove abitudini che i cittadini dovranno necessariamente acquisire, ritengo però che i tempi siano maturi per testare la partecipazione popolare».

«È giunto soprattutto il momento — prosegue — di passare dalle parole ai fatti. Tanti cittadini stanno dimostrando, spinti anche dalla possibilità di un risparmio, collaborazione e interesse e le isole ecologiche ne sono un palese esempio».

Cacciotto sollecita il sindaco Renato Accorinti, l’assessore all’Ambiente Daniele Ialacqua, il commissario di MessinAmbiente Armando Di Maria, a  predisporre tutti i mezzi necessari affinché  il servizio di raccolta differenziata porta a porta venga avviato nella popolosa Vallata di Camaro. 

(49)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *