Camera di Commercio. Picciotto: «Marciamo verso Palermo»

picciottoSi aggiunge un capitolo alla paventata chiusura della sede della Camera di Commercio di Messina. L’ipotesi di prolungamento del commissariamento ha provocato la reazione del Presidente della Camera di Commercio di Messina, Carmelo Picciotto che ha dichiarato: «Apprendiamo dalla stampa che l’assessore Linda Vancheri sarebbe sul punto di prolungare il commissariamento della Camera di Commercio di Messina. Se così fosse, sarebbe svelato il progetto di congelare sine die il governo politico dell’Ente camerale».

Picciotto aggiunge: «A questo punto, la Confcommercio di Messina non può rimanere inerte di fronte all’ennesimo atto di arroganza del governo regionale, rappresentato da un governatore che dimostra di non avere grande voce in capitolo quando si tratta di questioni afferenti l’assessorato alle Attività produttive, notoriamente vicino a Confindustria dai tempi di Raffaele Lombardo».

«A questo punto – continua il Presidente -, non comprendiamo il motivo per il quale il Commissario ad acta, Franco De Francesco, stimato dirigente della Regione, continui ad accettare tale incarico rispetto a una vicenda che è approdata alla Procura di Messina, dopo la presentazione di un nostro esposto».

Picciotto ipotizza: «Abbiamo, tuttavia, il sospetto che dietro la decisione della Vancheri di mantenere il congelamento dell’organo politico della Camera di Commercio, vi sia lo ‘zampino’ di qualche parlamentare regionale messinese che non vuole, evidentemente, bene alla propria città. Tutto ciò, nonostante a livello nazionale vi sia la volontà politica di mantenere la Camera di Commercio a Messina».

«In conclusione – precisa il presidente di Confcommercio -, se sarà confermata l’ulteriore proroga del Commissariamento, la Confcommercio si recherà a Palermo per una manifestazione di protesta eclatante e, allo stesso tempo, depositerà un nuovo esposto, questa volta alla Procura del capoluogo siciliano».

(184)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *