Caccamo contro Trischitta: “Sue dichiarazioni hanno offeso il mio essere donna”

Pubblicato il alle

1' min di lettura

Il consigliere comunale Cecilia Caccamo non ha digerito le parole pronunciate dal collega Giuseppe Trischitta durante la conferenza stampa di stamane in cui si è parlato della realizzazione di un box doccia nella stanza del Sindaco a Palazzo Zanca.

L’esponente di Cambiamo Messina dal Basso in serata ha manifestato il suo dissenso con una nota stampa che vi riportiamo di seguito:

Le dichiarazioni rilasciate dal consigliere Trischitta, nelle quali vengo citata in maniera allusiva, sono assolutamente fuori luogo, inappropriate, gravemente lesive del ruolo che rivesto in rappresentanza dei cittadini che democraticamente mi hanno eletta e profondamente offensive del mio essere donna. Auspico da parte di Trischitta una seria e approfondita riflessione sullo stile con il quale conduce la sua attività politica e la modalità con cui rende pubbliche le sue denunce. Chiedere chiarezza sugli impegni di spesa delle istituzioni è lecito. Screditare e denigrare, con allusioni prive di fondamento, è deplorevole, demagogico e incompatibile con la carica che si ricopre.

(1210)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Cara Cecilia ,ogni giorno mi rendo conto che la politica è diventata una cosa sporca,dal parlamento ai comuni non si vedono che scazzottate,insulti,offese e grida da mercato ittico.Per fortuna ancora , esiste qualcuno che crede che fare politica sia un impegno grande ,non solo perchè è DOVERE SACROSANTO ,di chi è stato eletto , dar conto agli elettori del loro operato ma è anche Dignità operare nel rispettare le leggi ed ogni forma di civiltà e rispetto.

  2. Ma questa qualunque non è stata eletta, ha approfittato che qualcuno lasciasse il posto per entrare grazie al fatto che è la compagna del tibetano.

error: Contenuto protetto.