Approvata dalla Regione la norma che salva Messina. Ora Croce può firmare il bilancio

Pubblicato il alle

1' min di lettura

regionsiciliApprovata dal governo regionale la norma Salva Messina. Da oggi pomeriggio non ci sono più alibi per salvare il Comune dal dissesto economico-finanziario. Come annunciato questa mattina la giunta Crocetta ha varato la norma che si inserisce nel quadro degli interventi in favore dei Comuni che hanno attivato la procedura di predissesto, secondo il decreto legge 174/2012 già convertito in legge dal governo nazionale. Con quest’atto il commissario Croce può firmare il bilancio di previsione 2012 che girerà immediatamente al Consiglio comunale. L’ultima data utile per l’aula, a questo punto, è quella del 31 dicembre per approvare in fretta la manovra finanziaria, ultimo atto che consentirà a Palazzo Zanca di uscire dalla crisi finanziaria. Ma se adesso il Comune potrà programmare tutti i servizi non si può dir lo stesso per Casa Serena. Per la mancata iscrizione all’albo regionale e per le carenze strutturali Croce ha già deciso che dal primo gennaio gli anziani dovranno lasciare il Centro di Montepiselli per essere trasferiti nelle sedi in provincia. Un lavoratore della cooperativa Azione Sociale, vicino al licenziamento, oggi pomeriggio, si è arrampicato sul cornicione minacciando di buttarsi. Casa Serena è occupata dal personale in assemblea permanente.

@Acaffo

(61)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.