Alluvione, la Regione dichiara lo stato di calamità naturale. Quasi ultimati i lavori dell’Anas

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Il Governo Regionale questo pomeriggio ha approvato la delibera per la dichiarazione dello stato di calamità naturale per i territori colpiti dall’alluvione di venerdì scorso, così come richiesto dal Dipartimento di Protezione Civile.

Detto, fatto quindi, perché il Governatore, Rosario Crocetta, già sabato scorso in occasione della sua visita nei territori dell’agrigentino, aveva annunciato questo provvedimento. Non mancheranno gli aiuti economici, visto che la Giunta Crocetta ha anche stanziato 40 milioni di euro per fronteggiare i primi danni strutturali ed ha approvato un emendamento di 4 milioni e 100mila euro da inserire nella manovra finanziaria, per le spese più immediate.

Con un’ulteriore deliberazione, dopo il censimento in corso da parte della protezione civile, verranno quantizzati i danni: alle attività produttive, ai privati, alle produzioni agricole e alle strutture pubbliche, che in atto sembrano ingenti. Nell’elenco delle zone che rientrano nel provvedimento compare anche la nostra città, mentre per quanto riguarda la provincia i paesi sono: Antillo, Barcellona Pozzo di Gotto, Casalvecchio Siculo, Castelmola, Forza d’Agrò, Francavilla di Sicilia, Furci Siculo, Gaggi, Gallodoro, Giardini Naxos, Letojanni, Monforte San Giorgio, Mojo Alcantara, Motta Camastra, Nizza di Sicilia, Pace del Mela, Pagliara, Rometta, Savoca, Sant’Alessio Siculo, San Filippo del Mela, Santa Lucia del Mela, Santa Teresa Riva, Saponara, Taormina, Villafranca Sicula.

“Con questo intervento – dice il presidente Crocetta – la Giunta affronta con atti concreti l’emergenza derivata dalle recenti calamità naturali e dà una risposta immediata ai cittadini e alle istituzioni locali”.Intanto continua il lavoro dell’Anas per ripristinare la regolarità della Strada Statale 114 tra Sant’Alessio e Letojanni.

Il tratto era stato chiuso nella serata di venerdì scorso, dalle ore 19,30 a poco dopo la mezzanotte, a causa delle ingenti precipitazioni che avevano causato il parziale allagamento del piano viabile. Sebbene in alcuni tratti fosse stato necessario istituire il senso unico alternato, già dalla giornata di domenica è stata ripristinata la normale circolazione. Le operazioni di pulizia del piano viabile si concluderanno nella giornata di domani, condizioni meteo permettendo.

(88)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.