Alluvione, Crocetta annuncia: ” Subito l’aiuto ai territori colpiti”

Pubblicato il alle

2' min di lettura

“Il Governo nazionale e quello regionale non abbandoneranno i territori siciliani flagellati dall’alluvione di venerdì”. A dichiararlo è direttamente il Governatore, Rosario Crocetta, che nella giornata di sabato si è recato a Ribera e a Sciacca insieme al Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin.

Il Presidente della Regione, ha dichiarato che saranno presi tutti i provvedimenti possibili per aiutare le popolazioni  che in questo momento stanno facendo la conta dei danni dopo gli attimi di terrore vissuti due giorni fa.

Crocetta, innanzitutto ha annunciato di voler dichiarare lo stato di calamità naturale: “Gli interventi individuati dal governo siciliano – aggiunge il presidente – sono di tre livelli. Il primo è quello che riguarda il ripristino della viabilità, sia nelle aree urbane che in quelle rurali, dove si rischia per l’interruzione delle vie di accesso, di non poter effettuare la raccolta delle arance e un finanziamento con apposito emendamento nella manovra di assestamento di bilancio, che sarà predisposto lunedì, per fronteggiare le spese dell’emergenza; un secondo livello riguarda la dichiarazione dello stato di calamità; il terzo livello riguarda lo stanziamento dei fondi per gli interventi necessari alla riparazione dei danni e di interventi strutturali necessari per evitare che fenomeni di questo tipo di verifichino ancora. Il provvedimento verrà deliberato dalla giunta la prossima settimana, non appena la protezione civile completerà la stima dei danni. Per quanto attiene alle possibili misure di ristoro nei confronti dei privati danneggiati, si potrà intervenire dopo la certificazione da parte della protezione civile dei danni realmente subiti”.

Il Presidente della Regione, rivolge infine un pensiero alle famiglie dei due siciliani dispersi, tra cui l’imprenditore di Letojanni, Roberto Saccà:  “Un’altra grande sofferenza – ha detto Crocetta incontrando i familiari dell’uomo disperso a Sciacca –  è quella dei nostri due siciliani uno di Letojanni e l’altro di Sciacca, che non riusciamo a trovare.  Lo Stato continuerà nell’azione di ricerca e non abbandonerà le famiglie”.

(85)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.