Allarme idrogeologico a Naso. Il M5S: «Il governo provveda alla messa in sicurezza»

nasoÈ allarme a Naso, comune soggetto, ormai da diversi mesi, a continui fenomeni franosi. A denunciare la situazione intervengono i deputati M5s all’Ars, alla Camera e al Senato. «Una gravissima situazione di emergenza ─ si legge in una nota congiunta ─ che ha coinvolto il territorio sul quale sorge il comune, con eventi franosi che hanno condotto alla parziale distruzione di edifici e arterie stradali». Il dissesto idrogeologico del terreno che ha portato al progressivo e costante scivolamento verso valle, coinvolgendo anche il centro storico di Naso, ha reso necessaria l’evacuazione degli uffici comunali e di  tutte le strutture che insistono sul medesimo costone. «Seguiamo con grande preoccupazione la vicenda – affermano i deputati Cinquestelle Francesco D’Uva (alla Camera) e Valentina   Zafarana (all’Ars) – tenendo i riflettori costantemente accesi sulla materia della tutela e della sicurezza del territorio della provincia messinese, e più in   generale, dei fenomeni di dissesto idrogeologico che affliggono il nostro Paese».      

«Dopo l’approvazione di un mio ordine del giorno – continua D’Uva ─ e di una mozione del nostro gruppo parlamentare che impegnava il Governo all’attuazione di provvedimenti urgenti a tutela dei territori colpiti e alla loro messa in sicurezza, anche per gli altri comuni soggetti a calamità, ho ritenuto necessario depositare un’interrogazione parlamentare, sottoscritta anche dai colleghi Alessio Villarosa e Giulia Grillo, per chiedere al Ministro di intervenire urgentemente».      

I deputati del Movimento 5 Stelle reclamano l’immediata dichiarazione dello stato di emergenza per calamità naturale, al fine di tutelare, non soltanto il territorio e le sue strutture ma, in particolar modo, la sicurezza dei nasitani. «Conosco perfettamente l’importanza storica di Naso ─ aggiunge D’Uva ─ al quale sono legato sin dalla mia infanzia e condivido la preoccupazione dei suoi cittadini. Ricordo infatti che già nel 2010, a seguito di eventi atmosferici di particolare intensità, il Comune era stato fatto evacuare per interventi di consolidamento, evidentemente non sufficienti a garantire la sicurezza del territorio».      

«La nostra attenzione – prosegue la vice capogruppo M5s all’Ars, Valentina Zafarana, prima firmataria di un’interpellanza rivolta al governo regionale ─ si rivolge a considerare le serie problematiche che da tempo interessano il comune di Naso. Chiediamo un’accelerazione alla regione ─ conclude ─ perché renda conto dei  fondi non ancora erogati per l’emergenza e comunichi quanto ancora le popolazioni dei comuni interessati dovranno aspettare per avere interventi di ordinario consolidamento del territorio e messa in sicurezza».        

(109)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *