Acqualadrone, mare sempre più vicino alle case

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Le forti mareggiate degli ultimi giorni hanno ulteriormente complicato la situazione nel villaggio di Acqualadrone, dove si deve la spiaggia continua ad accorciarsi e il mare si avvicina in modo sempre più minaccioso ai centri abitati.

A lanciare un grido l’allarme è il consigliere della VI Circoscrizione, Mario Biancuzzo, in una nota inviata al Ministero dell’Ambiente, all’Assessorato regionale Territorio e Ambiente e al dipartimento lavori pubblici del Comune di Messina: “Risulta opportuno che si attuino tutte le iniziative necessarie per intervenire e mitigare il rischio generato dall’arretramento della linea di costa oltre al ristoro dei danni cagionati alle infrastrutture e terreni pubblici e privati, anche con l’adozione dei poteri dalla dichiarazione di stato di calamità e di emergenza. L’intera  costa rispetto all’anno 2000 presenta un evidente assottigliamento della spiaggia, che costituiva una “Spiaggia di alta valenza Turistica”, sono state messe a nudo le scogliere poste parallelamente alla linea di costa. Si può notare l’assenza di manutenzione della scogliera esistente che risulta ormai discontinua e  non più funzionante e l’arretramento della battigia”.

Biancuzzo si domanda che fine abbiano fatto tutti i progetti presentati dal Comune ed inseriti all’interno del provvedimento “Sblocca Italia”: “L’importo di 3 milioni 410mila euro per l’intervento litorale Mezzana – Tono, mitigazione del rischio idrogeologico di erosione del tratto di costa a protezione dell’abitato. Litorale Casa bianca-Tono importo 3 milioni 649mila euro. Per la protezione del versante di Acqualadrone 350mila  euro. I progetti pronti per San Saba – Rodia nel tratto tra i torrenti Rodia e Giudeo, per una spesa di 6 milioni e mezzo di euro; per San Saba – Caporasocolmo 3 milioni 336mila euro. Mi corre l’obbligo aggiungere che il Dirigente Dipartimento Urbanizzazioni Primarie e Secondarie del Comune di Messina ha richiesto con nota prot. 2156 l’erogazione di un finanziamento per il progetto per l’esecuzione di lavori urgenti di ricostruzione della spiaggia a protezione dell’abitato di Messina tra Timpazzi – Casa bianca e Tono, di circa 1.350.000,00”.

(310)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.