Accorinti resta sindaco. Il Tar rigetta il ricorso. Il primo cittadino: “Deboli gli elementi di prova”

Accorinti al MunicipioIl Tar di Catania ha rigettato i ricorsi unificati nel dicembre scorso in un unico procedimento contro l’elezione del sindaco Renato Accorinti. E’ stato l’avvocato Arturo Merlo, ricevuta la conferma dalla cancelleria del tribunale amministrativo regionale ad avvertire il sindaco che si trova a Palazzo Zanca e dare l’ufficialità del provvedimento. I giudici hanno respinto il ricorso unificato contro l’elezione dell’attuale primo cittadino al ballottaggio del 25 giugno. I ricorrenti chiedevano il riconteggio delle schede che nel primo turno non avevano portato alla vittoria di Felice Calabrò, candidato del centrosinistra, per soli 59 voti. I giudici hanno detto no alle verifiche promosse dai candidati delle liste Pd Alessia Currò, Giovanni Cocivera e Giovanna Venuti che erano state inglobate con l’istanza dei cittadini Eleonora Falduto, Rita Todaro e Giovanni Smedile. Il 5 dicembre scorso il Tar si era espresso per unire i due ricorsi e dare una risposta oggi. L’avvocato Merlo aveva consegnato un contro ricorso. Accorinti, dunque, resterà in carica sino a fine mandato fissato nel 2018. Alle 18,30, a Palazzo Zanca, sarà appesa la foto del primo cittadino accanto a quelle dei suoi predecessori. 

Il sindaco, Renato Accorinti, ha ricevuto la notizia dell’inammissibilità dei ricorsi relativi al primo turno delle elezioni amministrative 2013 mentre era al lavoro nella sua stanza a palazzo Zanca, impegnato in una riunione per MessinaAmbiente. “Eravamo consapevoli della debolezza degli elementi di prova – sottolinea Accorinti – e la nostra azione amministrativa in questi mesi non è stata per nulla influenzata da questa vicenda. Adesso l’Amministrazione andrà avanti, dedicandosi alla città con l’energia e l’entusiasmo di sempre in una prospettiva di lungo periodo, collaborando con tutte le persone, con tutte le associazioni, con tutte le forze politiche e con tutte le istituzioni desiderose di dare il proprio contributo per ricostruire la nostra Messina”. Il sindaco Accorinti ha commentato anche l’altra sentenza del TAR di Catania sul ricorso della Caronte & Tourist verso l’ordinanza anti-Tir: “Anche in questo caso un verdetto netto e positivo per l’Amministrazione che conferma la qualità degli atti posti in essere per la città”.

 

(40)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *