Mercato S.Orsola: il patto tra Comune e Asp eviterà lo sgombero

mercatoSi è riunito oggi a palazzo Zanca il tavolo tecnico convocato dal sindaco, Renato Accorinti, al fine di affrontare il problema relativo al mercato Sant’Orsola. Erano presenti, oltre al sindaco Accorinti; per l’Asp, il direttore, Gaetano Sirna, e Carmelo Crisicelli; gli assessori, al Patrimonio, Sebastiano Pino, e al Commercio, Patrizia Panarello; per il dipartimento Patrimonio, il dirigente Natale Castronovo e il funzionario Vincenzo Cacciola; per il dipartimento Servizi alle Imprese il dirigente Carmelo Giardina e il funzionario Salvatore Mastroianni; per l’Avvocatura la dott.ssa Carolina Lombardo e la presidente della III^ Commissione consiliare, Nora Scuderi.

Dopo un breve dibattito, si è confermato innanzitutto quanto stabilito nelle precedenti riunioni, cioè la volontà da parte dell’amministrazione comunale e dell’Asp di risolvere amichevolmente il contenzioso in atto sull’area del mercato S. Orsola e di arrivare ad un accordo su tutte le altre aree oggetto di interesse reciproco. Si è stabilito di procedere in tre step. Come primo punto l’assessore Panarello ha proposto di risolvere la questione relativa al mercato S. Orsola cedendo all’Asp l’area di loro interesse corrispondente al Centro civico polifunzionale S. Filippo e per tale ragione si è stabilito che entro quindici giorni sarà formalizzato un accordo che prevede la concessione dei locali all’Asp e in cambio l’Asp ritirerà l’atto di precetto per interrompere lo sfratto degli operatori del S.Orsola, così come esplicitamente richiesto dalla dott.ssa Lombardo dell’Avvocatura. Come secondo punto si è stabilito che i due Enti faranno la stima del valore dei due sopracitati immobili avvalendosi dell’Ufficio tecnico erariale e si valuterà se procedere con una permuta dei suddetti immobili o con un affitto pluriennale. Al terzo punto si è deciso di procedere ad una transazione complessiva su tutte le problematiche legate all’utilizzo di immobili da parte di entrambi gli Enti e che sono attualmente oggetto di contenzioso. Nello specifico il direttore Sirna ha chiesto le chiavi per potere visionare l’immobile e fare il progetto per la ristrutturazione dello stesso, che sarà a carico dell’Asp, in quanto attualmente non agibile ed ha mostrato una certa urgenza per la realizzazione dei lavori che devono essere comunque ultimati entro il mese di giugno 2016. L’amministrazione provvederà a fare richiesta delle chiavi ai Servizi sociali che attualmente le detengono per andare incontro alla richiesta dell’Asp, considerando anche il fatto che il Centro polifunzionale sembrerebbe adeguato, come finalità d’uso, al vincolo progettuale che prevede l’utilizzo dello stesso per funzioni socio assistenziali e/o riabilitative. Questo sarà opportunamente valutato e verificato dagli uffici competenti. L’amministrazione comunale ha valutato altresì di concedere i locali che attualmente sono occupati dalla II Circoscrizione all’Anffas in considerazione del fatto che l’assessore Pino si stava già occupando di trovare una sede idonea per l’Associazione suddetta e che la II Circoscrizione da tempo lamenta la necessità di trasferirsi in una sede più idonea ad accogliere i cittadini e dunque più centrale. La circoscrizione potrebbe occupare i locali posti al piano terra delle Palazzine verdi di via Taormina, recentemente ultimate da parte dello Iacp così come concordato. Le parti hanno stabilito che la possibilità di costruire un mercato nuovo come quello previsto per lo Zaera potrà avvenire una volta che il Comune sarà diventato proprietario dell’area oppure a seguito di una locazione pluriennale. Infine, riguardo al terzo step che riguarda la transazione complessiva di tutte le aree attualmente oggetto di contenzioso tra l’Asp e il Comune, l’assessore Pino si è impegnato a monitorarla una volta che saranno stati completati i primi due step.

(63)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *