No Tengo Dinero: 7 cose da fare a Messina in estate

Pubblicato il alle

5' min di lettura

Quinto appuntamento con No Tengo Dinero, la rubrica che ogni venerdì vi consiglia 7 cose da fare durante l’estate a Messina. Oltre ad essere low budget, gli appuntamenti sono freschi, festosi, curiosi e partecipativi. E poi più entriamo nel cuore vivo dell’estate e più Messina si fa interessante e ricca di cose da fare. Questa settimana vi suggeriamo: il numero zero di un mini festival che si chiama Rocche Folk Festival a Rocchenere per ballare al chiaro di luna, uno spettacolo di teatro partecipato in centro città in attesa della nuova edizione dello Stretto Pride di Messina, due mostre che vi faranno nuotare nel cosmo, un cult del cinema internazionale da vedere sotto le stelle, un urban performance in spiaggia e molto altro. Qui tutto quello che puoi fare a Messina da venerdì 15 a venerdì 22 luglio.

Cose da fare a Messina in estate: il calendario

Venerdì 15: il mini festival

In estate Messina si accende e si trasforma in un luogo incantevole, in cui le persone si ritrovano a condividere, ballare e festeggiare la bella stagione insieme. Dal 15 fino al 17 luglio, arriva l’edizione numero zero di Rocche Folk Festival a Rocchenere, vicino Roccalumera. Il programma è ricchissimo di musica e di danza con: Raffaele Antoniotti Duo, Forrò De 4Tokes, Le Matrioske; tra gli stage invece “Danze del Sud” condotto da Margherita Puccia. Solo concerto: 15 euro. Per avere maggiori dettagli qui.

Sabato 16: festa in terrazza

La strega comanda colori del weekend chiama: festa! Sabato 16 luglio, dalle 20, al Retronouveau, tocca a Davide Patania e Bluemarina farvi ballare per una notte organizzata dal collettivo Liberazione Queer+ Messina in attesa del Pride del prossimo 23 luglio. «Per la prima volta – scrive il collettivo – decidiamo di realizzare un evento all’insegna della decostruzione, dei desideri inaccettabili e della voglia di vivere un mondo diverso». Ingresso gratuito fino alle 23:59, dopo si paga 5 euro.

Domenica 17: urban performance in spiaggia

Continua l’undicesima edizione del Cortile Teatro Festival che quest’anno ha voglia sperimentare. Domenica 17 luglio, alle 18:30, al lido Horcynus Orca di Capo Peloro sarà l’occasione giusta per scoprire la compagnia Stalker Teatro che presenterà al pubblico “Steli” (in foto), performance interattiva, inserita all’interno del progetto “Reaction”, che indaga il rapporto fra arti visive e azione scenica. «Uno spettacolo dal vivo visionario – fanno sapere dalla rassegna –, un ponte tra arte visiva e performing art, che può essere presentato anche in luoghi non convenzionali». Concept di Gabriele Boccacini, original score Riccardo Ruggeri, Simone Bosco, performers Stefano Bosco, Dario Prazzoli, Sara Ghirlanda e Silvia Sabatino. Ingresso 6 euro. Consigliata la prenotazione al: 348 7967879.

Lunedì 18: largo al teatro

A Largo Seggiola, lunedì 18 luglio alle 18, si fa “SPETT/ATTORE cercasi: esperienze di teatro dell’Oppresso per tutt*. «Hai voglia di cambiare le cose? Insieme siamo più forti. Ciascuno di noi si sente oppresso in qualche ambito della sua vita. Ma ribellarsi alle prepotenze e fare valere i propri diritti è possibile». Lo spettacolo teatrale partecipativo è inserito all’interno di Queermesse, ed è organizzato da: Liberazione Queer+ Messina, il Circolo Arci Thomas Sankara e la libreria Colapesce. Ingresso gratuito.

Martedì 19: si nuota tra le arti

Inaugurata sabato 16, “Swimming mind” alla Foro G gallery di Ganzirri proseguirà fino al 6 agosto 2022. A esporre saranno i catanesi Egidio Liggera e Francesca Privitera. «Un viaggio mentale, – dice la curatrice Roberta Guarnera – un’immersione amniotica del nostro stato d’essere, attraverso video, musica e fotografia. I due artisti proietteranno le loro diverse visioni sulla contemporaneità dell’identità e della società». Ingresso gratuito.

Mercoledì 20: un viaggio cosmico

Perché accontentarsi di una mostra quando se ne possono andare a vedere due? Fino al 31 luglio, a Palazzo Duchi di Santo Stefano di Taormina c’è “Kosmos” di Angelo Savasta, a cura di Mariateresa Zagone. «Il tema del nuovo progetto espositivo dell’artista – dice la Zagone – è il viaggio cosmico che, come ogni viaggio, diventa rappresentazione simbolica e reale della conoscenza, dell’esperienza che arricchisce. In questa mostra, Savasta veste gli abiti del cosmonauta interstellare muovendosi in una pittura leggera e pulviscolare che ricorda a tratti certe soluzioni anni ’50 legate alla fantascienza (si pensi, ad esempio, alle illustrazioni per le copertine delle collana “Urania”)». L’esposizione si potrà visitare dal martedì alla domenica, dalle 10:00 alle 24:00.

Giovedì 21: un cult del cinema

Prosegue la rassegna estiva dell’Area Iris della Multisala di Umberto Parlagreco. Giovedì 21, alle 21:30, arriva un omaggio al grande Ray Liotta, scomparso il 26 maggio di quest’anno, con “Goodfellas”, tra i capolavori di Martin Scorsese. Il film del 1990 sarà in versione originale, sottotitolata in italiano. Per tutto il programma qui.

Venerdì 22: suono e gusto

Venerdì 22 inaugurazione della V edizione del Radica Festival, a San Marco D’Alunzio, organizzato dai ragazzi di Tre60Lab. In programma all’ex Monastero Benedettino: concerti, dj set e collettive d’arte. Ingresso gratuito. Qui tutto il programma.

(328)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.