Via Don Blasco: il III Quartiere chiede chiarimenti al progettista

III Quartiere via Don BlascoIl III Quartiere ha dubbi sul progetto della nuova via Don Blasco. Così ieri mattina il Consiglio presieduto da Lino Cucè ha tenuto una seduta aperta con il progettista dei lavori Antonio Rizzo. In particolare gli esponenti circoscrizionali sollevano perplessità su tempi e modalità degli espropri alle Case d’Arrigo e sul trasferimento del mercatino domenicale nella zona industriale dove passerà il nuovo tracciato che dal Cavalcavia giungerà nella zona Sud. Rizzo ha detto: “Non ci sono i problemi, i problemi sono quelli di un’attività che dev’essere portata avanti, gli uffici comunali si sono attivati per gli espropri e per tutto l’iter, è normale che sia così”. A fine febbraio Rete Ferroviaria aveva dato il via libera all’espropriazione delle aree: saranno liberati 13.039 metri quadri di territorio pari a 1.449.973 euro di corrispettivo a titolo di indennizzo per le zone da espropriare che verranno cedute al Comune. Il bando di gara che dovrà essere appaltato è di 27 milioni di euro. Mancava il sì delle Ferrovie. Nei prossimi giorni sarà convocato il Tavolo tecnico che si terrà a Palazzo Zanca per prendere atto di quanto deciso e ratificare la chiusura delle procedure delle attività propedeutiche e ufficializzare l’ok alla gara d’appalto. Durante la riunione con il III Quartiere Rizzo, progettista dell’opera, ha illustrato la grafica del progetto e il computo metrico. 

(69)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *