Tares, Signorino: “Stiamo studiando proroghe per seconda e terza rata”

Guido SignorinoAl momento l’unica possibilità per chi si trova a dover fare i conti con la Tares è una proroga al pagamento delle rate già fissate per 15 febbraio e 15 aprile. La prima, prevista il 24 gennaio, dovrà essere onorata. L’assessore comunale al Bilancio, Guido Signorino, sta studiando l’ipotesi (non c’è nulla di ufficiale) per venire incontro alle esigenze di chi ha serie difficoltà a onorare il versamento. “La legge ci impone la Tares – ha affermato oggi Signorino – come la impone lo stato di predissesto del Comune, il piano finanziario dell’Ato3 è già stato tagliato di 1.800.000 euro e ricordo che nessuna amministrazione del passato lo aveva mai ridotto e che noi ci siamo insediati soltanto a luglio”. Sulle esenzioni per i meno abbienti Signorino dà il compito ai Servizi sociali. Sarà infatti istituita una commissione che per la copertura comunale di 1.500.000 euro, quota già fissata dagli atti approvati, valuterà le domande presentate dalle famiglie che risultano negli elenchi dell’amministrazione. Le istanze non si baseranno sull’Isee. Sugli errori nelle bollette, invece, il vicesindaco ha sostenuto che presentandosi agli uffici di viale San Martino si otterranno le riduzioni legittime ma che saranno conteggiate nella terza rata. 

(35)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *