Spiagge e coste vietate ai bagnanti. L’Asp verifica e il sindaco emette l’ordinanza

mare messinaIl sindaco Renato Accorinti ha firmato l’ordinanza che vieta la balneazione nei tratti di mare e di costa non adibiti. Il provvedimento del primo cittadino arriva dopo il decreto dell’assessorato regionale alla Salute n. 334 del 7 marzo scorso che dispone l’inizio della stagione balneare per il primo maggio e il termine il 30 settembre. Il 7 aprile scorso l’azienda sanitaria provinciale (dipartimento della Prevenzione Laboratorio di Sanità Pubblica) aveva trasmesso al Comune l’elenco delle zone vietate ai bagnanti dopo risultati analitici effettuati nel 2013. Questi i tratti di mare e di costa nel territorio comunale vietati a ombrelloni, sdraio e bagno: foce del torrente Larderia Torrente Portalegni; 50 metri Ospedale Regina Margherita 50 metri foce torrente Annunziata; 100 metri sud canale Lago Piccolo a Torre Faro 100 metri nord canale Lago Piccolo Torre Faro; da lato sud porto Tremestieri a via Torrente Larderia; da Torrente Portalegni a via Basile. Tra le motivazioni evidenziate dall’Asp per il divieto di balneazione ci sono la presenza di scarichi o del porto. Gli agenti di polizia municipale, insieme agli altri Organi indicati dalla legge, sono incaricati della vigilanza per ottemperare all’ordinanza di Accorinti e per comminare le sanzioni previste ai trasgressori. 

(72)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *