Rimborso utenze a Messina, Gioveni: «Si estenda alle bollette in scadenza a luglio»

libero gioveni - consigliere comunale - messinaEstendere il rimborso delle bollette, a Messina, anche a quelle in scadenza a luglio: questa la richiesta del consigliere comunale Libero Gioveni, nata dalla constatazione che, in molti casi, per le utenze del gas il pagamento ha cadenza quadrimestrale.

Lo scorso lunedì 16 novembre il Comune di Messina ha dato il via alle richieste di rimborso delle bollette di acqua, luce e gas per le famiglie in difficoltà economica a causa del coronavirus. L’avviso però, fa riferimento alle bollette con scadenza a maggio e giugno, ma –e spiega Gioveni – il  in alcuni casi il pagamento è richiesto a luglio perché ha cadenza quadrimestrale. Di conseguenza, aggiunge il Consigliere, alcune persone si sono trovate nell’impossibilità di presentare domanda.

«Molti intestatari di bollette del gas – scrive Libero Gioveni in una nota – ricevono purtroppo da parte dell’azienda fornitrice la bolletta con cadenza quadrimestrale, per cui si ritrovano la scadenza dell’ultima bolletta nel mese di luglio anziché giugno, con i periodi di consumo però relativi appunto anche ai mesi di maggio e giugno, quindi rientranti nel periodo di riferimento.

Questa condizione evidentemente – prosegue il Consigliere Comunale – non permette loro di presentare nella domanda in scadenza le relative bollette proprio perché la scadenza prevista nell’avviso è riferita al massimo al mese di giugno.

Pertanto – conclude Gioveni – nel chiedere una inevitabile proroga dell’avviso relativo al rimborso delle utenze, sarebbe opportuno che venisse eccezionalmente data la possibilità a tutti gli utenti che si ritrovano in questa condizione di poter presentare le bollette che hanno come scadenza il mese di luglio».

La richiesta è stata inoltrata dal consigliere comunale di Fratelli d’Italia all’assessore alle politiche sociali Alessandra Calafiore e alla Presidente della Messina sociali city Valeria Asquini, dopo aver ricevuto diverse segnalazioni da parte dei cittadini.

(166)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *